Mobilità, preferenza analitica e sintetica: come si valuta la domanda

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

La valutazione delle preferenze nella mobilità segue precisi criteri, distinguendo quelle analitiche e sintetiche.  Vediamo quali

Una lettrice ci scrive:

Vorrei sapere se nel caso in cui  ci fosse nel comune un solo posto disponibile,  tra il  docente A  che nella domanda di mobilità ha espresso preferenza analitica e il docente B che ha espresso  preferenza sintetica a chi spetterebbe il posto?

Le pongo il quesito sia qualora i due docenti avessero punteggi differenti, sia nel caso in cui avessero parità di punteggio.”

Le preferenze esprimibili nella domanda di mobilità possono essere analitiche o sintetiche.

Con la preferenza analitica si chiedono  specifiche scuole inserendo la dizione in chiaro e il codice meccanografico

Con la preferenza sintetica si chiede, invece, un distretto, un comune o una provincia e, quindi, tutte le scuole in essi presenti senza indicare alcun ordine di priorità tra esse

Valutazione della preferenza sintetica

Se una domanda viene soddisfatta mediante la preferenza sintetica (comune, distretto o provincia) al docente viene assegnata la titolarità nella prima scuola disponibile secondo l’ordine del Bollettino Ufficiale. In tale ipotesi, poiché con la preferenza sintetica si richiedono indifferentemente tutte le scuole comprese nel codice sintetico, la prima scuola con posto disponibile è assegnata al docente che l’ha richiesta con indicazione puntuale o più circoscritta a livello territoriale sia pure con punteggio inferiore ed al docente che ha espresso la preferenza sintetica viene assegnata la successiva scuola disponibile all’interno dell’espressa preferenza sintetica.

Conclusioni

Nel caso indicato dal nostro lettore le possibilità sono due

Se il docente A ha punteggio maggiore  rispetto al docente B la scuola chiesta con preferenza analitica spetta in ogni caso a lui

Se il docente A ha, invece, punteggio inferiore rispetto al docente B, la scuola chiesta con preferenza analitica spetta a lui se nella preferenza sintetica espressa dal docente B ci sono altre scuole disponibili.

Se, invece , tale scuola è l’unica disponibile all’interno della preferenza sintetica , questa deve essere assegnata al docente B che ha un punteggio maggiore

Nel caso di parità di punteggio tra docente A e docente B, la valutazione delle domande seguirà gli stessi criteri e nel secondo caso indicato avrà prevalenze il docente con maggiore età anagrafica

https://www.orizzontescuola.it/mobilita-insegnanti-2020-guide-consulenza-online-e-faq-di-orizzontescuola/

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:

ads ads