Mobilità. Per il prossimo anno possibile trasferimento su scuola, regole cambieranno solo dal 2019/20. Ecco come

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Il posto occupato da un docente titolare di ambito non è libero per i trasferimenti

Stefania  – Buongiorno, sono una docente di scuola secondaria di primo grado, titolare su sostegno, in ruolo da 11 anni. Nell’ istituto dove insegno quest’anno è entrato in ruolo un docente di ed. musicale, ma sui posti di potenziamento. Vorrei sapere se- è possibile per me chiedere trasferimento da sostegno a materia nello stesso istituto di titolarità – il docente di musica entrato in ruolo sul potenziamento ha precedenza rispetto a me. Vi ringrazio per la consulenza.

Le regole della mobilità 2017/18 non sono cambiate

Elena – Buongiorno, sono passata di ruolo in data 1/9/17 con incarico triennale in una scuola superiore. Volevo sapere se è possibile chiedere domanda di trasferimento presso un’altra scuola, o devo attendere la scadenza dei tre anni. Grazie.

Nuove regole per la mobilità a partire dal 2019/20

Francesco – Buongiorno, vi scrivo per risolvere un dubbio. Ho letto gli articoli di Orizzonte sul nuovo contratto e in particolare sono interessato a comprendere meglio il limite del vincolo triennale qualora si ottenga il trasferimento su scuola. Ciò riguarderà tutti i docenti (a prescindere dall’anno di immissione in ruolo) per la mobilità del prossimo anno (2019-2020) o avrà effetto anche sull’attuale (2018-2019)? Se dovessi ottenere quest’anno il movimento su scuola (provinciale o interprovinciale che sia) potrò liberamente muovermi il successivo? Vi ringrazio in anticipo per la risposta e per il lavoro che svolgete quotidianamente.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare