Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Mobilità: posso revocare la domanda presentata se cambio idea?

Stampa

È possibile revocare la domanda di trasferimento nei termini stabiliti dal contratto. Il docente che chiede più movimenti, può revocare solo una domanda

Una lettrice ci scrive:

“Sono una docente di scuola primaria e dovrei presentare domanda di mobilità interprovinciale e provinciale. Interprovinciale perché probabilmente mio marito cambia sede di lavoro e provinciale perché vorrei passare a lavorare sul tempo normale nel mio stesso comune qualora mio marito non si spostasse. Non riusciamo a sapere entro il 21 aprile se mio marito si deve spostare. Vorrei sapere se, una volta avuta una risposta dal suo datore di lavoro, posso ritirare la domanda provinciale o quella interprovinciale a seconda di ciò che avverrà o se andranno revocate entrambe

Per il docente che presenta la domanda di trasferimento e cambia idea dopo la scadenza dei termini per la sua presentazione, il CCNI e l’Ordinanza ministeriale sulla mobilità prevedono la possibilità di chiedere la revoca, nel rispetto della tempistica stabilità

Domanda di revoca: entro quali termini

Come abbiamo chiarito nel nostro articolo, la richiesta di revoca deve essere inviata per il tramite della scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente ed è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno utile prima del termine ultimo, previsto nell’art.2 dell’OM n.182/2020, per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili, quindi entro il 31 maggio 2020.

Le istanze inviate dopo tale data possono essere prese in considerazione solo per gravi motivi validamente documentati ed a condizione che pervengano entro il termine ultimo, previsto per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili, quindi entro il 5 giugno 2020.

Se si  presentano più domande si può decidere di revocarne solo una

Il docente che ha presentato più domande di mobilità, sia di trasferimento che di passaggio, deve dichiarare esplicitamente se intende revocare tutte le domande o alcune di esse.

In tale ultimo caso deve chiaramente indicare le domande per le quali chiede la revoca.

In mancanza di tale precisazione la revoca si intende riferita a tutte le domande di movimento presentate.

Conclusioni

La nostra lettrice potrà, quindi, chiedere la revoca della domanda nei termini indicati.

Si tratta nel suo caso, però, di un’unica domanda di trasferimento poiché le preferenze sia provinciali che interprovinciali possono e devono essere inserite nella stessa domanda.

Non potrà, quindi revocare la domanda in modo selettivo rispetto alle preferenze e la revoca interesserà tutta la domanda comprensiva di preferenze provinciali e interprovinciali

https://www.orizzontescuola.it/mobilita-insegnanti-2020-guide-consulenza-online-e-faq-di-orizzontescuola/

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur