Mobilità: novità per docenti, ATA e personale educativo. UIL: abolire ambiti territoriali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nell’incontro sulla mobilità avvenuto oggi al Miur il sindacato UIL ha chiesto il totale superamento della logica degli ambiti territoriali.

Mobilità personale docente

Le proposte avanzate dalla UIL

– specificare con chiarezza che la contrattazione è triennale ma la possibilità di mobilità resta annuale;

– nessuna limitazione al di fuori di quello stabilito dal Contratto nazionale il quale prevede che il docente che otterrà mobilità volontaria su scuola non potrà spostarsi per un triennio;

– necessario superare del tutto il concetto di “ambito” rendendolo anche inesprimibile ai fini della domanda di mobilità e ripristinare i codici sintetici di comune e distretto oltre a quei già esistenti di scuola e di provincia.

– poter esprimere, all’interno del numero possibile di preferenze, i codici delle scuole e quelli sintetici senza particolari vincoli.

Mobilità ATA

Le regole valide per l’a.s. 2018/19 dovrebbero rimanere sostanzialmente invariate.

Mobilità personale educativo

La UIL scuola per il personale Educativo ha chiesto parità di trattamento rispetto ai docenti consentendo anche a tale personale la mobilità professionale.

Mobilità, contratto sarà triennale e blocco per chi ottiene scuola richiesta. Fase comunale?

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione