Mobilità, lunedì docenti sardi consegneranno documento alla Fedeli. Le richieste: utilizzo su sostegno e corsi abilitanti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Fedeli, lunedì prossimo, sarà in Sardegna per l’inaugurazione dell’anno accademico all’Università di Sassari e poi a Cagliari per i 70 anni del Cus.

I docenti, assunti lontano dall’Isola, approfitteranno della visita della Fedeli, per consegnarle un documento in cui chiedono una soluzione atta a favorire il loro rientro in Regione, come riferisce l’Ansa.

Queste le richieste sottoscritte dai docenti interessati:

  • utilizzazione su sostegno nella provincia di residenza al pari dei colleghi precari non abilitati con l’impegno di frequentare un corso abilitante;
  • predisposizione tempestiva di un corso abilitante;
  • attenzione, nella Contrattazione sulla mobilità, alla situazione di estrema difficoltà economica e familiare in cui si trovano migliaia di docenti in tutta Italia;
  • maggiore peso alla contrattazione regionale.

Ricordiamo che le possibilità di rientro dei suddetti docenti potrebbero ampliarsi grazie ai pensionamenti, che nell’Isola dovrebbero essere numerosi: Pensioni, in Sardegna boom di domande: 822 docenti e 278 ATA. Speranze per il rientro dei “docenti con la valigia”

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione