Mobilità. Lettera aperta al Governo da una docente con la valigia in mano ancora intatta

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Alba Olivieri – Cari rappresentanti del Governo, Presidente del Consiglio Paolo GENTILONI, MINISTRA DELL’ISTRUZIONE Valeria Fedeli, segretario del pd Matteo Renzi, responsabile scuola Simona Flavia Malpezzi, ho deciso di scrivere questa lettera perché stanca di essere presa in giro dalla Buona scuola e dai nostri stessi colleghi.

Molti docenti non si sono fidati del piano di assunzioni all’interno della legge 107/2015, io invece faccio parte di tutti quei docenti che si sono fidati ad attendere “la riforma 06 “per essere messa in ruolo, e con la valigia in mano , sono rimasta a casa.

Cari rappresentanti del Governo, noi docenti della GAE infanzia siamo state messe in un angolo e sacrificate anche per consentire alle IDONEE infanzia del concorso 2012 di entrare in ruolo al posto nostro “PERCHE’ LA GRADUATORIA SCADEVA”. Noi invece abbiamo una graduatoria che non scade mai , quindi vent’anni di sacrifici , di spostamenti solo per una misera supplenza, di patimenti per la paura di non lavorare per qualche anno, di sfruttamento, non sono bastati per poter insegnare, avendo superato più di un concorso, corsi abilitanti e lauree, e per questo in GAE.

Cari rappresentanti del governo, noi la valigia la facciamo e disfacciamo da vent’anni, MA DA PRECARIE , lavorando nelle regioni del nord, lontano da casa, perché qui al sud non c’è possibilità, grazie al continuo cambio di regole sulla mobilità e alle continue deroghe, e senza certezza di lavorare l’anno successivo, senza stabilità, senza la sicurezza di uno stipendio alla fine del mese, lasciando i nostri figli a casa SEMPRE, e non per un periodo, come è richiesto a chi viene immesso in ruolo.

Questa guerra “tra poveri” l’avete creata voi cari tutti, perché avete commesso una grave ingiustizia verso una categoria di docenti, quelli della GAE INFANZIA STORICA , che ne sta pagando ancora le spese, dal momento che la priorità è sempre data ai” furbetti di turno”.

Alba Olivieri
GaE infanzia

Versione stampabile
anief
soloformazione