Mobilità. La UIL rilancia la proposta di garantire la titolarità a tutto il personale

di redazione
ipsef

UIL – Il giorno 3 marzo 2010 tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali si è svolto un primo incontro per la verifica delle situazioni di soprannumerarietà del personale docente, per l’anno scolastico 2010/11.

UIL – Il giorno 3 marzo 2010 tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali si è svolto un primo incontro per la verifica delle situazioni di soprannumerarietà del personale docente, per l’anno scolastico 2010/11.

Per la UIL scuola hanno partecipato Massimo Di Menna e Pasquale Proietti.

L’amministrazione ha sottoposto ai sindacati un argomento che ha definito collaterale alla mobilità che, sempre ad avviso dell’amministrazione, va definito prima del tavolo sulle utilizzazioni.

L’obiettivo dell’amministrazione è quello di definire una mobilità d’ufficio all’interno degli Istituti Istruzione Secondaria Superiore con più indirizzi, senza tener conto della separatezza degli organici.

L’amministrazione ha anche comunicato che sta predisponendo una rilevazione a livello nazionale sulle classi di concorso 75/A e 76/A, per verificare se i circa 2.000 insegnanti delle due classi di concorso abbiano titoli validi per l’insegnamento in altre classi di concorso.

Dopo la rilevazione, con un quadro più definito della situazione, la fase successiva dovrebbe prevedere la riconversione professionale per il restante personale.

Dopo questa prima rilevazione, con le stesse finalità di cui sopra, ne dovrà seguire un’altra sulle discipline della tabella D.

L’amministrazione si è anche impegnata a risolvere alcuni problemi rappresentati dai sindacati relativi alla gestione on-line delle domande di mobilità, in particolare riferito alle difficoltà di compilazione degli allegati alle domande.

L’amministrazione con una nota ricorderà ai dirigenti scolastici che le scuole dovranno mettere a disposizione del personale gli strumenti tecnici per la presentazione delle domande.

Con una seconda nota chiederà al gestore del sistema di rendere più semplice la compilazione degli allegati mediante l’utilizzo dell’applicativo word, consentendo la predisposizione di un file con i tempi necessari e che potrà essere successivamente allegato al modello di domanda (copia e incolla).

La UIL ritiene importante la rilevazione a livello nazionale sui titoli in possesso degli insegnanti delle classi di concorso 75/A e 76/A purché sia funzionale al miglior utilizzo delle professionalità del settore.

Per quanto riguarda, invece, la proposta dell’amministrazione relativa alla mobilità d’ufficio del personale in servizio negli I.I.S.S. con più indirizzi la UIL ritiene che questo non risolva il problema da noi posto nella fase della contrattazione sulla mobilità, né i problemi degli insegnanti che si verranno a trovare in soprannumero.

La UIL continua a ritenere che una situazione di emergenza non può e non deve essere trattata con metodi tradizionali, ma va affrontata con procedure di garanzia più innovative, prevedendo una precedenza nei movimenti e il mantenimento della titolarità nella scuola di appartenenza.

Vai allo speciale di orizzontescuola.it

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione