Mobilità interprovinciale, per il Sud solo con precedenza! Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Floriana Oliva – Volendo fare il punto della situazione sulla mobilità interprovinciale relativa alla scuola primaria per la provincia di Trapani, sembra acquisiscano sempre più forma i dubbi che io, insieme al gruppo “Corsi e ricorsi”, formato da stimatissime colleghe della provincia di Trapani , abbiamo sollevato circa l’abuso delle “precedenze previste dal CCNI”.

Io e le mie colleghe, volendo fare una sintesi di quanto accaduto, pur possedendo punteggi ragguardevoli, una molteplicità di titoli e anzianità di servizio di notevole rilievo, ci siamo trovate “sorpassate” da colleghi con punteggi bassissimi, ma “dotati” di reali o presunte precedenze… Prima fra tutte la precedenza per legge 104…

Animate dalla voglia di far luce su questa piaga che affligge da anni il sistema della mobilità scolastica, abbiamo intrapreso delle azioni, sostenute da uno studio legale di tutto rispetto, al fine di verificare la veridicità di queste precedenze e di tutelare una legge, la 104, fondamentale per i diritti dei veri malati e di chi li assiste, ma evidentemente abusata.

Bene, andando a curiosare nel sito dell’USP di Trapani, leggiamo con stupore che ben due trasferimenti interprovinciali di scuola primaria sono stati revocati per NON SUSSISTENZA DI UNA DELLE SUDDETTE PRECEDENZE. Volendo scendere nei particolari, in data 08/07/2019 alla collega X l’USP di Bologna annulla il trasferimento per il mancato riconoscimento della precedenza di cui all’art. 13, comma 1, punto III e punto IV del CCNI che regola la mobilità docenti.

Accorgersene prima no, eh?! La seconda collega, Y, sempre in data 08/07/2019, addirittura comunica all’USP di Trapani di non aver diritto alla precedenza espressa per il trasferimento interprovinciale…

Varie potrebbero essere le motivazioni di queste revoche: le signore non avevano probabilmente la documentazione in regola, o forse l’USP ha commesso dei gravissimi errori, o ancora gli assistiti in situazione di grave disabilità dalle suddette signore sono passati a miglior vita (in questo caso… Sentite condoglianze.), oppure semplicemente… Un miracolo… Loro ( o chi per loro) sono guarite. Noi ovviamente speriamo nel miracolo, ma lo scetticismo prende piede sempre di più… Ah, ovviamente I loro posti sono stati presi da altri due colleghi!!! Sempre con precedenze. Mi pare ovvio…

Floriana Oliva e il gruppo spontaneo “Corsi e ricorsi”

Versione stampabile
anief banner
soloformazione