Mobilità, incontro saltato. Sindacati non si presentano ma chiedono incontro alla Fedeli per aumenti stipendi

WhatsApp
Telegram

Ancora una fumata nera per il contratto di mobilità. L’incontro, che avrebbe dovuto svolgersi stamattina al Miur, non si è tenuto. Assenti le sigle sindacali.

Cosa significa questo? Innanzitutto sembra sfumare la possibilità di poter chiudere entro Natale.

I sindacati infatti, convocati per stamattina alle 10, non si sono presentati all’incontro fissato dal Miur. Il motivo? I sindacati hanno

FLC CGIL, USR CISL Scuola, UIL RUA e Snals ConfSal hanno deciso di non partecipare ad alcun incontro sindacale fino a quando non saranno convocati dalla Ministra Fedeli per parlare degli aumenti contrattuali.

Pertanto hanno inviato una richiesta di incontro politico di chiarimento sull’esatta quantificazione delle risorse a disposizione del rinnovo del Contratto per il comparto dell’Istruzione e Ricerca, per la coerente applicazione dell’Accordo di Palazzo Vidoni.

I sindacati esprimono preoccupazione perché non risulta accolta la richiesta di rendere disponibili per il contratto ulteriori risorse, attraverso la costituzione di uno specifico fondo, mentre si diffondono voci che vedrebbero il personale scolastico penalizzato anche per quanto riguarda la ripartizione dei fondi ad oggi stanziati per il rinnovo dei contratti pubblici.

E dunque la partita mobilità è destinata a diventare materia di contrattazione politica tra sindacati e Governo.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito