Mobilità: il servizio nelle paritarie ancora escluso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’intesa firmata ieri da Ministero e sindacati porta una novità, che sarà concretizzata in apposita contrattazione a parte, per una nuova tabella di valutazione nelle domande di trasferimento e di mobilità professionale.

Le novità, come abbiamo già sottolineato, non riguarderanno invece le graduatorie interne di istituto.

Nell’intesa leggiamo ” ai soli fini della mobilità, le tabelle di valutazione del punteggio sono riviste considerando anche il servizio statale preruolo e/o in ruolo diverso”

E’ dunque esplicitamente indicato che il Ministero considererà valido solo il servizio preruolo svolto nella scuola statale.

E’ importante precisare che si continuerà a valutare il servizio prestato fino al 31.8.2008 nelle scuole paritarie primarie che abbiano mantenuto lo status di parificate congiuntamente a quello di paritarie e del servizio comunque prestato nelle scuole paritarie dell’infanzia comunali, come sempre avvenuto negli ultimi contratti sulla mobilità (

Questo perchè fino alla scadenza del 31 agosto 2008 continuano ad applicarsi gli artt. 2 e 3 del D.L. 370/70 e 485 del D.Lgs. 297/97, ovvero le norme che contengono la disciplina organica circa i servizi pre-ruolo presso gli Istituti statali e/o non statali pareggiati).

Il problema rimane per gli altri servizi nella scuola paritaria. Una richiesta che già lo scorso anno è finita nelle aule dei Tribunali, dove i giudici stanno dando ragione ai docenti.

L’Anief ha ormai ottenuto giurisprudenza univoca e di pieno accoglimento che riconosce il pieno diritto dei docenti che hanno prestato servizio nelle scuole paritarie a vedersi riconosciuto il relativo punteggio nelle operazioni di mobilità.

Mobilità, servizio paritarie va riconosciuto. Anief: ormai unanime il parere dei Tribunali

Mobilità, accordo firmato. Anticipazione: si scelgono fino a 5 scuole. Addio vincolo triennale, modifica tabella titoli, 60% assunzioni, 30% mobilità, 10% mobilità professionale

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione