Mobilità e blocco triennale anche se esprimo i codici “comune” e “distretto”. Ecco i casi

di Paolo Pizzo

item-thumbnail

Il blocco triennale è stato declinato nel CCNI mobilità. Oltre a applicarsi per le scelte delle singole scuole, opera anche per i codici comune e distretto?

Cinzia scrive

Ho letto il vostro articolo sul blocco triennale se si indica il comune di titolarità. Io sono una docente da tanti anni nell’infanzia e vorrei chiedere il passaggio nella primaria ma non mi vorrei spostare dal mio comune di titolarità perché sono vicino casa. Posso avere il blocco triennale se non indico scuole singole del mio comune di titolarità ma l’intero comune? Ho letto anche altri articoli di altre testate ma non lo specificano.

Blocco triennale

Il blocco triennale oltre a valere per le città metropolitane in cui è possibile esprimere il codice sub comunale anche per la stessa tipologia di posto e partecipare al trasferimento per l’intero comune di titolarità, si applica anche all’interno dello stesso comune di titolarità per chi chiede trasferimento da posto comune a sostegno (e viceversa) o comunque altra tipologia di posto e si applica altresì  per la mobilità professionale.

Vale anche per il codice comune o distretto

Giova ricordare che nelle città non metropolitane se si esprime il codice del comune di titolarità per trasferimento per la stessa tipologia di posto di titolarità, il sistema blocca la domanda e non fa esprimere il codice perché il docente è già titolare in quel comune. Se, invece, come il caso in questione, si tratta di un passaggio di ruolo si può tranquillamente esprimere il codice del comune di titolarità perché si partecipa ad una fase (la III) che non è quella comunale. In questi casi, quindi, se si dovesse optare per l’indicazione di un codice sintetico, come quello del comune di titolarità e si ottiene il passaggio si avrà il blocco triennale perché si sarà ottenuta una scuola, ancorché con codice sintetico, del proprio comune di titolarità.

Conclusioni

Come ho avuto modo di spiegare in altri quesiti e articoli, sostanzialmente il blocco triennale opera in tutti quei casi in cui attraverso uno dei movimenti possibili (trasferimento/cambio tipologia di posto/passaggi di cattedra e ruolo) si ottiene una qualsiasi scuola del comune di attuale titolarità e indipendentemente dal codice utilizzato.

Per fare uno schema semplice, ho il blocco:

  1. Se ottengo con movimento provinciale o interprovinciale una qualunque scuola indicata con codice di “scuola” (preferenza puntuale), a nulla rilevando se l’ho inserita come prima o ultima preferenza all’interno della domanda.
  2. Esclusivamente per i movimenti provinciali:

Se ottengo una scuola del mio comune di attuale titolarità nei seguenti movimenti attraverso  i codici sintetici “comune” e “distretto”(unici movimenti possibili per cui si possa esprimere anche il comune o distretto di titolarità):

  1. Trasferimento (anche per la stessa tipologia di posto) nelle città metropolitane con codice sub comunale (mi muovo in I fase);
  2. Trasferimento per altra tipologia di posto (es. da sostegno a comune e viceversa). Mi muovo in II fase.
  3. Passaggio di cattedra o di ruolo. Mi muovo in III fase.

Il caso della collega che ci scrive è il 3.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads