Mobilità docenti, preferenze aumentate fino a 15 o codici sintetici: così si superano ambiti territoriali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anticipiamo qual è il progetto pensato dai sindacati per il superamento degli ambiti territoriali, che tanti problemi hanno causato agli insegnanti nelle fasi della mobilità.

Gli ambiti territoriali non possono essere eliminati dal Ministero ma i sindacati sono pronti ad un piano di attacco che di fatto ne esautorerebbe la funzionalità, con il ripristino di antichi diritti mai contestati.

Ripristino preferenza 15 scuole

Innanzitutto il ripristino della possibilità di poter esprimere le preferenze su 15 scuole oppure di inserire i codici sintetici dei comuni e dei distretti. Questo significherebbe privilegiare il criterio di viciniorietà al posto di quello di “prossimità d’ambito” che prendeva come riferimento la scuola capofila dell’ambito.

Si tratta quindi di ripristinare la fase comunale, non più contemplata negli ultimi anni.

Ad avere immediati benefici i docenti sovrannumerari, ma anche tutti coloro che presentano domanda volontaria di mobilità.

Verrebbe così di fatto eliminata definitivamente, almeno di fatto e in attesa di un’eventuale legge, la titolarità di ambito.

Ancora una volta i sindacati propongono di far prevalere il contratto sulla legge.

Nei prossimi giorni i sindacati formuleranno una proposta concreta e la formalizzeranno al Miur.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione