Mobilità docenti, per il 2024 verso tabella titoli confermata senza punti in più per tutor e orientatore. Già a settembre però trattativa per il 2025/28

WhatsApp
Telegram

Mobilità docenti 2024: dovrebbe concludersi oggi il confronto sul CCNI 2022/25 da cui già nella giornata di ieri è scaturita una integrazione e modifica che permetterà a numerosi docenti che altrimenti sarebbero stati vincolati, di presentare la domanda già per il 2024/25.

Le integrazioni e modifiche introdotte con l’Integrazione del 21 febbraio 2024

Ecco chi potrà presentare domanda in base all’Integrazione e modifiche

(Ricordiamo che tramite il confronto sul CCNI 2022/25 i sindacati FLC CGIL, CISL, ANIEF, SNALS e GILDA presenti al tavolo non avrebbero potuto modificare i vincoli ma hanno invece ampliato e precisato le deroghe inserite nell’art. 34 comma 8 del CCNL 2019/21 che, ricordiamo, non è stato firmato dal sindacato UIL Scuola RUA).

Confronto prosegue oggi per Ordinanza

L’ordinanza, il voluminoso testo che disciplina tutte le fasi dei movimenti, sarà discussa oggi. Non ci sono margini ampi di modifiche, ma ulteriore attenuazione alle regole sui vincoli nei trasferimenti interprovinciali (già siglata nell’Integrazione), a beneficio di alcuni docenti oggi bloccati dal vincolo di permanenza nella scuola dopo il movimento ottenuto.

Dichiarazione congiunta per nuovo CCNI 2025/28

Intanto lo sguardo è già rivolto al CCNI Mobilità 2025/28

Nell’Integrazione di ieri è stata inserita la seguente dichiarazione

“Le Parti si impegnano ad avviare le trattative per la definizione del nuovo CCNI sulla mobilità per il triennio 2025/2026, 2026/2027 e 2027/2028 già a partire da settembre 2024, in modo da consentire un’adeguata revisione della disciplina contrattuale e delle tabelle di attribuzione dei punteggi, anche in funzione dei processi di innovazione.”

Questo ci fa pensare che per il 2024/25 le tabelle punteggi rimarranno invariate, ma la risposta definitiva arriverà oggi.

Potrebbe “saltare” al momento punteggio per docente tutor/orientatore e docenti che insegnano in sedi disagiate

Punteggio aggiuntivo aree a rischio abbandono

Previsto dal decreto cosiddetto Caivano, ossia il DL 123/2023, convertito in L. n. 159/2023. Ai sensi dell’articolo 10/5 lettera b

– è previsto un punteggio aggiuntivo per i docenti a tempo indeterminato che:

  • operano in istituzioni scolastiche in aree a forte rischio di abbandono, individuate sulla base dei dati relativi alla fragilità negli apprendimenti, come risultanti dalle rilevazioni nazionali dell’INVALSI;
  • garantiscono la continuità didattica agli alunni/studenti delle suddette istituzioni;
  • non presentano domanda di mobilità territoriale o professionale, di assegnazione provvisoria o di utilizzazione e che non abbiano accettato il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso per almeno un triennio;

– il punteggio aggiuntivo:

  • è attribuito dopo un triennio di permanenza nella stessa istituzione scolastica e, poi, un determinato punteggio per ogni anno dopo il triennio;
  • è riconosciuto nella mobilità volontaria e d’ufficio, nelle assegnazioni provvisorie/utilizzazioni, nonché ai fini delle graduatorie d’istituto. (considerato che la misura interessa i docenti a tempo indeterminato, l’espressione dovrebbe riferirsi alla graduatoria interna di istituto);
  • è riconosciuto anche ai docenti in sovrannumero, negli anni presi in considerazione, destinatari di mobilità d’ufficio e che abbiano presentato domanda di mobilità condizionata (ciò significa che il docente indica di non voler partecipare ai movimenti, nel caso in cui nella scuola di titolarità – ossia quella in cui è stato dichiarato soprannumerario – si liberi un posto e quindi viene riassorbito. Conseguentemente, non è riconosciuto ai soprannumerari che presentano domanda di mobilità, non condizionata).

Che misura avrà il punteggio aggiuntivo? Quali punti saranno attribuiti al termine del triennio? Quali per ogni anno dopo il triennio?

Come si legge nella disposizione normativa, la misura del punteggio sarà stabilita dalla contrattazione collettiva nazionale: … nella misura individuata dalla contrattazione collettiva nazionale, a conclusione di un triennio di permanenza nella stessa istituzione scolastica e …

Precisiamo che, prima della conversione in legge, il DL 123/23 prevedeva che il punteggio aggiuntivo dopo il triennio fosse di 10 punti; con la conversione in legge, poi, è stato stabilito che la misura del punteggio in questione fosse definita in sede di contrattazione.

Non essendosi svolta una vera e propria contrattazione collettiva nazionale sul CCNI 2022/25, riteniamo che la previsione del punteggio verrà rimandata al triennio successivo.

Punteggio aggiuntivo per docenti tutor e orientatori

I docenti tutor e orientatore stanno svolgendo il loro compito nel 2023/24 per i tre anni conclusivi della scuola secondaria di secondo grado introdotte con il DM 328/2022 e le allegate Linee guida.

Per tali docenti, come comunicato dal MIM, Il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara ha firmato una direttiva per riconoscere a chi svolgerà le attività di docente tutor e orientatore un punteggio aggiuntivo ai fini della mobilità e delle graduatorie interne. Il punteggio sarà definito in sede di contrattazione integrativa. A tale comunicazione ne è poi seguita un’altra in cui il Ministero ha confermato la firma della direttiva e l’invio della stessa al competente Dipartimento:

Dunque, sulla base delle informazioni sinora note:

  • per i docenti tutor e orientatori sarà previsto un punteggio aggiuntivo
  • la misura del punteggio aggiuntivo sarà definita dal Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione e dai sindacati
  • il punteggio aggiuntivo sarà valido nelle mobilità e nelle graduatorie interne.

E’ possibile tuttavia che i punteggi per queste figure (il confronto necessita sicuramente di tempi distesi) non siano previsti nella tabella che sarà pubblicata a breve, ma che il tutto venga rimandato a settembre a 2024 per il nuovo CCNI.

Tempistica domanda di mobilità

Secondo le informazioni recepite nella giornata di ieri, le domande potrebbero essere online gà a fine febbraio/inizi di marzo. Ma si tratta ancora di indicazioni che andranno confermate.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Segui un metodo vincente. Non perderti la lezione in sincrono a cura della Dott.ssa Evelina Chiocca sul Pei