Mobilità. Docenti fuori dal blocco ottengono il trasferimento. Adesso tocca alle assegnazioni provvisorie

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Per l’a.s. 2014/15 sono stati resi noti ancora solo i movimenti relativi a scuola di infanzia e primaria, ma corrono sul web le notizie di coloro che, immessi in ruolo dal 1° settembre 2011 hanno ottenuto il trasferimento.

red – Per l’a.s. 2014/15 sono stati resi noti ancora solo i movimenti relativi a scuola di infanzia e primaria, ma corrono sul web le notizie di coloro che, immessi in ruolo dal 1° settembre 2011 hanno ottenuto il trasferimento.

Nel 2011 la previsione di vincolo nella provincia di immissione in ruolo era di 5 anni di servizio effettivo Una norma volta a contrastare il ruolo "mordi e fuggi" e solo apparentemente volta ad assicurare continuità didattica agli alunni, dato che a rendere difficile quest’ultima ci hanno pensato le ultime riforme, soprattutto per la scuola secondaria.

La legge 128/2013 ha eliminato il blocco quinquennale, riportandolo a 3 anni "I docenti destinatari di nomina a tempo indeterminato potranno chiedere il trasferimento, l’assegnazione provvisoria o l’utilizzazione in altra provincia dopo 3 anni di effettivo servizio, invece di 5, nella provincia di titolarità."

Seguici su Facebook, tutte le news sul mondo della scuola

Naturalmente l’ottenimento del trasferimento è subordinato alla presenza del posto vacante nella provincia richiesta, e certamente non tutti i docenti saranno stati accontentati nella richiesta.

Nel mese di giugno – luglio saranno disposti i trasferimenti anche per il personale della scuola secondaria (le date aggiornate) e quindi sarano avvviate le domande di richiesta delle assegnazioni provvisoria (la domanda per cui, mantenendo la titolarità nella scuola, si può essere assegnati, se si è in possesso di determinati requisiti, per un anno presso scuola di altro comune o provincia). Anche in questo caso il vincolo per la domanda interprovinciale è di 3 anni, con esclusione delle categorie che hanno diritto alla richiesta annuale.

L’ipotesi di contratto sulle assegnazioni provvisorie non è stata ancora ratificata dalla Funzione Pubblica ma questo, da due anni, a questo parte, non ha costituto un problema e le domande potranno comunque essere presentate nei tempi che nelle prossime settimane saranno indicate dal Ministero.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur