Mobilità docenti e assunzioni da GaE e concorsi: ipotesi divisione al 50%

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Mobilità docenti e assunzioni 2019: devono ancora essere stabilite le percentuali da assegnare a ciascuna procedura e i docenti sono già in fibrillazione. 

Mobilità e assunzioni: le percentuali fino al 2018

Negli ultimi due anni le percentuali destinate a mobilità docenti e assunzioni  sono state:

  • 30% ai trasferimenti interprovinciali
  • 10% ai passaggi di ruolo e di cattedra
  • 60% alle assunzioni

La mobilità dei docenti di ruolo ha assorbito quindi il 40% dei posti disponibili, lasciando ai precari la fetta più grande, da dividere al 50% tra GaE e concorsi.

Nuove percentuali nel 2019

Nel 2019 mobilità e assunzioni potrebbero trovare un nuovo equilibrio.

Già nella riunione di ieri al Miur si è accennato a numeri diversi.

Riferisce la Gilda che una proposta è stata “graduale ripristino delle aliquote ai fini della suddivisione delle cattedre in organico di diritto tra ruolo e mobilità (50% alle immissioni in ruolo e 50% alla mobilità)”

Piano di rientro docenti

La proposta sopperisce a quelle misure annunciate ma non decollate in Legge di Bilancio per favorire il rientro dei docenti di ruolo che in base all’algoritmo del piano straordinario Renzi sono state destinate a province diverse dalla propria.

Con l’esaurirsi delle GaE nelle scuole secondarie il problema potrebbe ora trovare una soluzione. Più complessa invece la gestione delle GaE di scuola di infanzia e primaria che nelle regioni del sud contano ancora numerosi aspiranti in attesa del ruolo, assicurato dalla legge 107/2015.

Versione stampabile
anief
soloformazione