Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Mobilità docenti 2024: posso non partecipare più e ritirare la domanda? Revoca entro il 13 o 18 aprile

WhatsApp
Telegram

Presentate le istanze di trasferimento e passaggio, le operazioni di mobilità proseguiranno sino alla pubblicazione dei movimenti il 17 maggio 2024. Revoca domanda: come e quando.

Tempistica mobilità

Come detto sopra, una volta presentate le domande (entro il 16 marzo u.s.) da parte degli aspiranti, le operazioni di mobilità proseguiranno sino alla pubblicazinoe degli esiti, secondo la tempistica indicata nell’OM 30/2024:

  • comunicazione al SIDI dei posti disponibili: il termine ultimo è il 18 aprile 2024
  • comunicazione al SIDI delle domande di mobilità: il termine ultimo è il 23 aprile 2024
  • pubblicazione movimenti (docenti di tutti i gradi di istruzione): 17 maggio 2024

Revoca domanda

Tempistica

Nell’ambito della succitata tempistica, l’OM n. 30/2024 contempla la possibilità di revoca della domanda/e di trasferimento e/o passaggio presentate, la cui relativa richiesta sarà presa in considerazione, previo rispetto della tempistica indicata e, in un determinato caso, se supportata da gravi motivi. Sono gli articoli 2/6 e 5 della succitata OM ad occuparsi della revoca delle domande.

Le richieste di revoca, si legge nell’OM, sono prese inconsiderazione se presentate sino a dieci giorni prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI delle domande di mobilità. In caso  di gravi motivi validamente documentati la richiesta può essere inviata entro il termine di comunicazioni al SIDI dei posti disponibili. Stando alla tempistica riportata nel paragrafo precedente, la domanda di revoca sarà presa in considerazione (e quindi eventualmente accolta) se inoltrata:

  • entro il 13 aprile 2024 (sino a 10 giorni prima del 23 aprile, termine ultimo di comunicazione al SIDI delle domande); oppure
  • entro il 18 aprile 2024 (termine ultimo di comunicazioni al SIDI dei posti disponibili), in caso di gravi motivi documentati.

Motivi

Come si legge nell’articolo 5 dell’OM n. 30/2024, per la revoca effettuata entro il primo termine (entro il 13), non è richiesto alcun particolare motivo, tuttavia la richiesta va motivata. La revoca effettuata entro il secondo termine, invece, sarà considerata solo se supportata da gravi e documentati motivi.

Modalità

La richiesta di revoca va inviata, secondo le modalità previste dal Codice dell’amministrazione digitale (es. posta elettronica certificata), all’Ufficio territorialmente competente tramite la scuola di servizio o direttamente al medesimo Ufficio.

Il rispetto dei succitati termini è garantito dal protocollo della scuola cui è stata presentata la domanda di revoca, dal protocollo dell’Ufficio ricevente ovvero dalla ricevuta della PEC.

Precisiamo che:

  • in caso di presentazione di domanda di trasferimento e passaggio, il docente deve dichiarare esplicitamente quali domande vuole revocare (tutte o alcune di esse). In mancanza di tale dichiarazione la revoca si intende riferita a tutte le istanze presentate;
  • non è consentita la rinuncia, a domanda, del trasferimento concesso, eccetto che per gravi sopravvenuti motivi debitamente comprovati e a condizione che il posto di provenienza sia rimasto vacante e la rinuncia non incida negativamente sulla gestione dell’organico di fatto (il posto reso disponibile dal rinunciatario non influisce sui trasferimenti già effettuati e non comporta, quindi, il rifacimento degli stessi).

Evidenziamo, infine, che il procedimento di accettazione o diniego della richiesta di rinuncia o di revoca deve essere concluso con un provvedimento espresso.

Quesito 1

Ho letto che si può fare domanda di revoca della mobilità una volta che l’istanza è stata inoltrata, entro 10 giorni prima della pubblicazione nel SIDI. Mi può spiegare gentilmente come avviene il tutto? La scuola di servizio tramite la PEC deve inviare una mail all’ATP di destinazione della domanda (nel mio caso province delle Marche) per chiedere la revoca della domanda? oppure posso farlo anch’io tramite la PEC sempre all’ATP di competenza? Non trovo nulla di quest’anno, probabilmente deve ancora uscire la comunicazione.

Come detto sopra, secondo le indicazioni e la tempistica dettati dall’OM 30/2024, l’istanza di revoca va presentata dal docente interessato, secondo le modalità del Codice dell’amministrazione digitale (es. tramite PEC). La domanda va presentata, entro il 13 aprile 2024 (entro il 18, in caso di gravi motivi), all’ATP di competenza tramite la scuola di servizio (quindi PEC alla scuola che poi inoltrerà l’istanza all’ATP) oppure direttamente all’ATP (sempre tramite PEC).

Quesito 2

Buongiorno volevo sapere se la domanda di revoca di trasferimento é accettata per qualsiasi motivo? Entro quando va fatta?

La domanda di revoca si può presentare sino al 13 aprile 2024 (18 in caso di gravi motivi). Quanto ai motivi, nel summenzionato art. 5/2 non ne sono richiesti di particolari per le istanze presentate entro il primo termine, ossia il 13 aprile (come detto sopra, però, l’istanza va motivata), mentre per le domande presentate entro il secondo termine (ossia entro il 18 aprile) sono richiesti gravi motivi documentati. Dunque, in quest’ultimo caso, non sono indicati motivi precisi ma è indicato il carattere di gravità degli stessi, che sarà valutato dall’ATP competente:

La richiesta di revoca deve essere inviata per il tramite della scuola di servizio o presentata all’Ufficio territorialmente competente, secondo le modalità previste dal Codice dell’amministrazione digitale (es. posta elettronica certificata), ed è presa in considerazione se presentata sino a dieci giorni prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI delle domande di mobilità … 

Le istanze inviate dopo tale data possono essere prese in considerazione solo per gravi motivi
validamente documentati …

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali).

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia