Mobilità docenti 2024, i vincolati scrivono ai sindacati: “Chiediamo di dare voce ai nostri diritti. Insegnanti sereni svolgono meglio il loro lavoro”

WhatsApp
Telegram

Il “Comitato Nazionale Docenti Vincolati” ha rivolto un appello alle principali organizzazioni sindacali, chiedendo un forte sostegno nella battaglia per l’eliminazione di tutti i vincoli alla mobilità dei docenti.

Questa richiesta riflette la frustrazione e la necessità di attenzione verso una questione che impatta direttamente la qualità della vita professionale e personale dei docenti.

Le ragioni per cui è richiesta l’abolizione dei vincoli alla mobilità sono molteplici. In primis, i vincoli attuali non garantiscono continuità didattica. La possibilità per i dirigenti scolastici di modificare l’assegnazione delle cattedre di anno in anno e la libertà per i docenti di accettare incarichi da GPS o chiedere assegnazione provvisoria, mettono in evidenza l’inconsistenza del sistema corrente. L’appello sottolinea l’importanza di permettere ai docenti di scegliere la propria sede di assegnazione, favorendo così una maggiore stabilità e continuità didattica.

Il comitato, in una lettera, esprime preoccupazione per la disparità di trattamento tra i docenti in base al tipo di contratto e al concorso vinto. Evidenzia come i colleghi che hanno partecipato al concorso ordinario del 2022 abbiano ottenuto vantaggi rispetto a quelli che hanno superato lo straordinario bis, sottolineando l’iniquità causata dalla diversa velocità delle commissioni d’esame.

L’importanza del benessere dei docenti è sottolineata, affermando come un docente sereno e soddisfatto sia in grado di offrire un servizio migliore. L’obbligo di vivere in un ambiente poco accogliente o lontano dalla propria famiglia è visto come dannoso sia per la salute del docente che per quella degli studenti.

Il comitato ritiene che i vincoli attuali siano in violazione della libertà individuale, trasformando la vittoria in un concorso in una sorta di punizione invece che in un riconoscimento del merito individuale.

Viene criticata l’incoerenza nel sistema di deroghe, che favorisce solo alcuni docenti sulla base di specifici criteri, trascurando altri che si trovano in situazioni altrettanto meritevoli di considerazione.

Il “Comitato Nazionale Docenti Vincolati” chiede un dialogo aperto con le organizzazioni sindacali, sperando in un supporto concreto che possa portare a miglioramenti sostanziali nella legislazione attuale riguardante la mobilità dei docenti, in modo da garantire un ambiente lavorativo più equo e favorevole per tutti gli insegnanti.

LETTERA SINDACATI [DOC]

WhatsApp
Telegram

Corsi di inglese: lezioni ed esami a casa tua. Orizzonte Scuola ed EIPASS, scopri l’offerta per livello B2 e C1