Mobilità docenti 2023, sono docente soprannumerario nella mia scuola. Quali domande presentare

WhatsApp
Telegram

Il docente dichiarato soprannumerario può presentare anche domanda di passaggio di ruolo, oltra a quella di trasferimento? Quale prevale?

Graduatoria interna di istituto

Entro il 5 aprile u.s., i dirigenti scolastici hanno pubblicato la graduatoria interna di istituto, redatta al fine di individuare l’eventuale perdente posto, in caso di contrazione di organico.

Qui il nostro speciale su come si compila la graduatoria, chi va escluso dalla medesima, chi va inserito a pettine o chi in coda.

Predisposta e pubblicata la graduatoria, sulla base dell’organico assegnato all’istituzione scolastica per l’a.s. 2023/24, in caso di contrazione, il dirigente procede ad individuare il perdente posto dalla predetta graduatoria (l’ultimo in graduatoria sarà il docente perdente posto), comunicandogli poi formalmente e immediatamente la posizione di soprannumero e che nei suoi confronti si dovrà procedere al trasferimento d’ufficio. 

Cosa fa il perdente posto

Il docente, individuato quale soprannumero, è riammesso nei terminiai fini della presentazione della domanda, entro 5 giorni dalla data della summenzionata comunicazione. La domanda, in tal caso, va presentata utilizzando il relativo modulo pubblicato nella sezione dedicata alla mobilità del Ministero dell’istruzione e del merito.

Nello specifico, il docente individuato perdente posto può:

  1. presentare domanda condizionata
  2. presentare domanda volontaria  
  3. non presentare domanda

Domanda condizionata o volontaria

Il docente può condizionare o meno la domanda al permanere della situazione di soprannumerarietà; in entrambi i casi, partecipa al movimento con le modalità e il punteggio previsti per i trasferimenti a domanda. L’istanza di trasferimento:

  1. si condiziona, rispondendo “NO” al quesito presente nel modulo domanda “Il docente soprannumerario intende comunque partecipare al movimento a domanda?”
  2. non si condiziona, rispondendo “SI” al sopra riportato quesito.

Nel primo caso, qualora nel corso dei movimenti si liberi un posto relativo alla stessa tipologia del docente perdente postoquest’ultimo viene riassorbito nella scuola e non si tiene conto della domanda presentata.

Qualora il docente non condizioni la domanda, invece, anche nel caso in cui si liberi un posto nel corso dei movimenti, lo stesso non può rientrare nella scuola di titolarità. Non condizionando la domanda, inoltre, si perde la precedenza di cui al punto II dell’articolo 13/1 del CCNI 2022/25, anche nel caso in cui sia trasferito d’ufficio, in quanto non soddisfatto in nessuna delle preferenze espresse nella domanda non condizionata. La predetta precedenza, invece, si acquisisce presentando la domanda condizionata ovvero non presentando domanda (con conseguente trasferimento d’ufficio).

Mancata presentazione della domanda

Il docente, che non esercita la facoltà di presentazione della domanda (dopo essere stato dichiarato perdente posto), è trasferito d’ufficio. Analogamente, è trasferito d’ufficio il docente che presenta domanda (condizionata o meno), ma non è soddisfatto in nessuna delle preferenze espresse (l’accoglimento della domanda di trasferimento, anche se condizionata, prevale sul trasferimento d’ufficio).

Perdenti posto: domanda già presentata e richiesta passaggio ruolo

Qualora il docente individuato soprannumerario abbia già presentato (entro i previsti termini, ossia entro il 21 marzo u.s.) una precedente istanza di mobilità, così dispongono gli articoli 19/5 e 21/10 del CCNI:

19/5: Nel caso in cui il docente abbia già presentato nei termini previsti domanda di trasferimento, l’eventuale nuova domanda inviata a norma del presente comma sostituisce integralmente quella precedente. La proroga dei termini si estende anche all’eventuale domanda di passaggio di ruolo.

21/10: Nel caso in cui il docente abbia già presentato nei termini previsti domanda di trasferimento e/o di passaggio, l’eventuale nuova domanda, inviata a norma del presente comma, sostituisce integralmente quella precedente; l’interessato potrà, altresì, integrare o modificare la domanda di passaggio di cattedra indicando a quale delle due domande intende dare la precedenza. Ovviamente, la proroga dei termini per la presentazione della domanda di passaggio di ruolo è ammessa solo se non sono ancora state avviate le operazioni di mobilità.

Dunque, il docente dichiarato  soprannumerario, come si evince da quanto sopra riportato:

  • può aver già presentato, entro i previsti termini (21 marzo 2023), domanda volontaria di trasferimento e, in tal caso, la nuova istanza eventualmente presentata, in seguito alla dichiarazione di perdente posto, sostituisce la precedente;
  • può presentare anche domanda di passaggio di ruolo, entro i previsti termini “prorogati” (ossia entro i 5 giorni successivi alla notifica con cui è stata comunicata la situazione si soprannumerarietà). Tale proroga dei termini per la presentazione della domanda di passaggio di ruolo, si precisa nell’art. 21/10 (dedicato alla scuola secondaria), è possibile a condizione che non siano state avviate le operazioni di mobilità.

Quesito

Una nostra lettrice chiede quanto segue:

Sono stata da poco informata che domani riceverò la comunicazione che risulto perdente posto poiché ultima in graduatoria nella mia classe di concorso. Se ho ben capito posso presentare sia la domanda di trasferimento sia quella di passaggio di ruolo. Se le presento entrambe, quale delle due prevale? Posso inoltrarle entrambe anche se presento la domanda di trasferimento condizionata?

Sì, confermiamo che la lettrice, insieme alla domanda condizionata, può presentare anche domanda di passaggio di ruolo, purché non siano state avviate le operazioni di mobilità [i cui termini sono i seguenti: termine ultimo comunicazioni posti al SIDI  27 aprile 2023; termine ultimo comunicazione domande di mobilità al SIDI 2 maggio 2023; pubblicazione movimenti 24 maggio 2023 (art. 2 OM 36/2023)]. Tra le due domande (trasferimento e passaggio) prevale, secondo il principio generale, la domanda di passaggio di ruolo. 

E’ possibile leggere tante altre indicazioni sui perdenti posto anche in questi articoli

Docenti ultimi in graduatoria interna di istituto infanzia e primaria, quando si perde il posto: trasferiti a domanda condizionata o d’ufficio

Graduatoria interna di istituto 2023, chi perde il posto nella scuola secondaria: docenti trasferiti a domanda condizionata o d’ufficio

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito