Mobilità docenti 2023, Pizzo (Uil Scuola Rua): “Non imporre vincoli ai neoassunti, ma è necessario decreto legge” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Paolo Pizzo, rappresentante della segretaria nazionale, della Uil Scuola Rua, è intervenuto durante l’approfondimento curato dalla redazione di Orizzonte Scuola in vista dell’apertura delle operazioni di mobilità per il personale scolastico. 

“La novità sui neo-assunti ha avuto origine dalla contrattazione sul contratto di mobilità e successivamente formalizzata attraverso un’ordinanza ministeriale. Tuttavia, desidero precisare che si tratta di una precisazione necessaria in quanto il contratto firmato lo scorso anno solo dalla Cisl Scuola, poi è stato successivamente riaperto. Pertanto, nonostante la trattativa per il contratto non abbia avuto esito favorevole, si è raggiunto un accordo parziale che non è completamente soddisfacente per noi”, spiega.

“Durante le trattative, abbiamo sottolineato l’importanza di non imporre il vincolo di assunzione previsto dal decreto legge 36 ai neo-assunti che hanno assunto il ruolo il 1º settembre 2022. Grazie alle nostre pressioni, è stato stabilito che i neo-assunti possono presentare domanda con riserva in attesa di un eventuale decreto legge che sospenda il vincolo entro 15 giorni. In caso contrario, rimarrebbero bloccati come previsto dal decreto legge 36”, aggiunge.

E ancora: “L’esito della situazione dipende dall’intervento legislativo, ma, allo stato attuale, la soluzione prevista non è assolutamente soddisfacente per la nostra organizzazione”.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta