Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Mobilità docenti 2023, esiti il 24 maggio. Sarà possibile rifiutare il trasferimento?

WhatsApp
Telegram

Sì, è possibile rinunciare al trasferimento ottenuto, ma soltanto in presenza di determinate condizioni.  Vediamo quali.

Tempistica mobilità

Ricordiamo che la tempistica, riguardante le operazioni di mobilità per l’a.s. 2023/24, è indicata nell’articolo 2 dell’OM n. 36/2023:

  • Presentazione domande: 6 – 21 marzo 2023
  • Comunicazione al SIDI dei posti disponibilitermine ultimo 27 aprile 2023
  • Comunicazione al SIDI delle domande di mobilità: termine ultimo 2 maggio 2023
  • Pubblicazione movimenti24 maggio 2023.

Revoca domanda

L’articolo 5 della suddetta OM 36/23 detta le disposizioni relative alla richiesta di revoca della domanda presentata, operazione possibile entro un termine ben preciso:

La richiesta di revoca … è presa in considerazione se presentata sino a dieci giorni prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI delle domande di mobilità …  Le istanze inviate dopo tale data possono essere prese in considerazione solo per gravi motivi validamente documentati e a condizione che pervengano entro il termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale dall’articolo 2 della presente ordinanza, per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili. 

Dunque:

  • la richiesta di revoca è presa in considerazione (e quindi andava inviata) sino a dieci giorni prima del termine ultimo per la comunicazione al SIDI delle domande di mobilità. Pertanto, considerato che  il termine ultimo di comunicazione al SIDI delle domande di mobilità era fissato al 2 maggio 2023, la richiesta poteva essere inoltrata sino al 22 aprile 2023;
  • le richieste inviate dopo la predetta data sono prese in considerazione soltanto in caso di gravi e documentati motivi (le relative attestazioni vanno allegate alla richiesta), a condizione che le stesse (richieste) pervengano entro il termine ultimo di comunicazione al SIDI dei posti disponibili, ossia entro il 27 aprile 23.

Rinuncia movimento

Cosa può fare il docente che non ha presentato domanda di revoca, secondo la succitata tempistica, e non è più interessato al trasferimento richiesto? Può rifiutare il movimento eventualmente ottenuto?

La risposta è fornita sempre dal suddetto articolo 5/5 dell’OM 36/23:

Non è ammessa la rinuncia, a domanda, del trasferimento concesso, salvo che tale rinuncia venga richiesta per gravi motivi sopravvenuti debitamente comprovati e a condizione, altresì, che il posto di provenienza sia rimasto vacante e che la rinuncia non incida negativamente sulle operazioni relative alla gestione dell’organico di fatto. Il posto reso disponibile dal rinunciatario non influisce sui trasferimenti già effettuati e non comporta, quindi, il rifacimento degli stessi.

In linea generale, quindi, la rinuncia al trasferimento ottenuto non è possibile, tranne che sussistano tre precise condizioni:

  1. la richiesta di rinuncia deve essere giustificata da gravi e comprovati sopravvenuti motivi (quindi successivi alla presentazione delle istanze e alla tempistica summenzionata);
  2. il posto di provenienza (ossia il posto di titolarità attuale – a.s. 2022/23 – dell’interessato) sia rimasto vacante (quindi non occupato in seguito ad altro trasferimento/passaggio);
  3. la rinuncia non deve incidere negativamente sulle operazioni di gestione dell’organico di fatto.

Quesito

Una nostra lettrice chiede quanto segue:

Sono una docente di scuola primaria. Ho presentato domanda di trasferimento per l’anno scolastico 2023/2024. Il termine previsto dalla normativa per la revoca della domanda è ormai passato. Nel caso che questa venga accolta, posso poi rifiutare il trasferimento?

Come detto sopra, è possibile rinunciare al trasferimento ottenuto a condizione che: la rinuncia sia dovuta a gravi e comprovati sopraggiunti motivi,  il posto di provenienza sia rimasto vacante e la rinuncia non influisca negativamente sulla gestione dell’organico di fatto.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri