Mobilità docenti 2023, come si compila domanda: inserimento scuole, distretti e comuni. Guida per immagini

Le domande di mobilità si presentano tramite Istanze Online: compilazione sezione “Preferenze”. Come procedere.

Domande e punteggi

Le domande volontarie di trasferimento e passaggio di ruolo/cattedra si possono presentare sino al 21 marzo 2023, tramite Istanze Online. Così leggiamo nell’articolo 2 dell’OM, che disciplina la mobilità per l’a.s. 2023/24 e le modalità applicative delle disposizioni del CCNI 2022/25.

Gli aspiranti partecipano ai movimenti in base alle eventuali precedenze di cui fruiscono (le precedenze si applicano ai soli trasferimenti, eccetto la prima – docenti non vedenti ed emodializzati – che vale anche per i passaggi) e ai punteggi derivanti dall’anzianità di servizio, dai titoli generali e dalle esigenze di famiglia (queste ultime per i soli trasferimenti), attribuiti in base alla Tabella A (per i trasferimenti) e alla Tabella B (per i passaggi), allegate al CCNI 2022/25.

Prima di illustrare la modalità di inserimento delle preferenze nel modulo domanda, ricordiamo quante e quali preferenze è possibile esprimere.

Preferenze

Le preferenze esprimibili nelle domande di mobilità (trasferimento e passaggio) sono in totale quindici e possono essere indifferentemente le seguenti:

a) istituzione scolastica (preferenza puntuale);
b) distretto (preferenza sintetica);
c) comune (preferenza sintetica);
d) provincia (preferenza sintetica).

E’ possibile, dunque, esprimere tutte scuole oppure scuole e comuni oppure scuole, comuni e distretti o ancora comuni e province … Il solo limite è quello per cui le preferenze possono essere al massimo quindici.

Sottolineiamo che, in caso di preferenza sintetica:

– l’aspirante può essere assegnato (in caso sia soddisfatto nel movimento) in una qualsiasi scuola compresa nel distretto, nel comune o nella provincia. Nello specifico, è assegnato nella prima scuola con cattedra/posto disponibile (all’interno del distretto, comune o provincia), secondo l’ordine risultante dagli elenchi ufficiali delle istituzioni scolastiche;

– possono essere espresse (a seconda del grado di istruzione) le seguenti disponibilità (ad ottenere il movimento):

  • istruzione degli adulti (che comprende: corsi serali degli istituti di secondo grado; centri territoriali riorganizzati nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti);
  • sezioni carcerarie ove esprimibili;
  • sezioni ospedaliere;
  • licei europei.

Compilazione domanda

Ai fini della compilazione della sezione della domanda online “Preferenze”, l’interessato deve raggiungere la schermata della domanda con le relative sezioni (qui il percorso):

  1. Anzianità di servizio
  2. Esigenze di famiglia
  3. Titoli generali
  4. Precedenze
  5. Posto lingua (per la sola scuola primaria)
  6. Scelta tipo di posto
  7. Requisiti (per la scuola primaria e secondaria)
  8. Preferenze
  9. Indicazioni allegati

Quindi, cliccare su “Preferenze” per visualizzare la sezione e poi su “Aggiungi Preferenze” per inserirle:

Una volta cliccato su “Aggiungi Preferenze”, si devono inserire la Regione e la Provincia richieste (ricordiamo che è possibile esprimere preferenze sia provinciali che interprovinciali nella medesima domanda), quindi cliccare su conferma:

A questo punto, vengono prospettate le relative possibili preferenze da inserire:

Se si intende inserire il comune, fleggare in corrispondenza della relativa voce; lo stesso dicasi per il distretto ovvero per le singole scuole (è possibile inserire più preferenze contemporaneamente). Il sistema, nel momento in cui si flegga la preferenza, avverte che la stessa è stata aggiunta:

Cliccando su chiudi (vedi immagine sopra riportata), si visualizzeranno le preferenze inserite:

E’ possibile modificare l’ordine scelto, cliccando sulle frecce accanto a ciascuna preferenza. In caso si vogliano aggiungere ulteriori preferenze, cliccare su “Aggiungi Preferenze” e ripetere quanto sopra descritto.

Nel caso in cui si scelgano preferenze sintetiche (anche e non solo), i docenti di:

  • scuola dell’infanzia possono chiedere di partecipare al movimento anche per le scuole ospedaliere, fleggando l’apposito riquadro:

  • scuola primaria possono chiedere di partecipare al movimento anche per le scuole ospedaliere e/o istruzione per gli adulti, fleggando gli appositi riquadri:

  • scuola secondaria di primo grado possono chiedere di partecipare al movimento anche per le scuole ospedaliere, istruzione per gli adulti e/o scuole carcerarie, fleggando gli appositi riquadri:

  • scuola secondaria di secondo grado possono chiedere di partecipare al movimento anche per le scuole ospedaliere, scuole serali, scuole carcerarie e/o licei europei, fleggando gli appositi riquadri:

Evidenziamo che, qualora il docente non esprima preferenze sintetiche, le disponibilità di cui sopra (scuola serale, istruzione per adulti …) si possono indicare puntualmente (tramite il codice scuola).

Cattedre esterne

I docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado, infine, possono chiedere di partecipare al movimento anche per cattedre orario esterne stesso comune o comuni diversi , fleggando gli appositi riquadri (fleggando cattedre orario esterne stesso comune, il sistema cercherà dapprima quelle interne e poi esterne stesso comune; fleggando cattedre orario esterne tra comuni diversi, il sistema cercherà dapprima quelle interne, poi esterne stesso comune e poi tra comuni diversi):

Mobilità docenti e Ata 2023, novità e regole: le risposte alle vostre domande [IN AGGIORNAMENTO]

Tutto sulla mobilità

Exit mobile version