Mobilità docenti 2022, cattedre interne e cattedre orario esterne. Quali differenze, attenzione alla compilazione della domanda

WhatsApp
Telegram

Mobilità docenti anno scolastico 2022/23: tanti docenti si apprestano a presentare per la prima volta domanda telematica. Ci sono tante variabili da considerare per cercare di ottenere il trasferimento desiderato, tra cui quella di optare per “cattedra orario esterna”. Cosa significa e cosa comporta questa scelta.

Le cattedre presenti nell’organico di un’istituzione scolastica autonoma possono essere di due tipologie differenti:

  • cattedre interne
  • cattedre orario esterne (COE).

La presenza in organico di una di queste tipologie o di entrambe dipende dal numero delle classi e dal quadro orario delle diverse discipline previste per ogni classe nel piano di studi della scuola.

Cattedre interne

Sono cattedre interne quelle costituite esclusivamente con il contributo orario interno all’istituzione scolastica

Cattedre orario esterne

Sono cattedre orario esterne quelle costituite con il contributo orario di più istituzioni scolastiche autonome, per un massimo di tre scuole autonome in non più di due comuni diversi.

Una cattedra esterna è, quindi, costituita da spezzoni orario che accorpati determinano la costituzione di una cattedra completa.

In una COE (cattedra orario esterna) è possibile individuare una sede principale e una o più sedi di completamento, che possono essere ubicate nello stesso comune o in comuni diversi

Preferenza per tipologia di cattedra, come si indica

In una specifica sezione del modulo della domanda di mobilità è possibile indicare in quale tipologia di cattedra si desidera ottenere il movimento richiesto.

Il docente può, infatti, chiedere:

  • solo cattedre interne
  • anche cattedre esterne nello stesso comune
  •  anche cattedre esterne in comuni diversi

La richiesta di COE non esclude quella per cattedre interne, che, anzi, hanno sempre la priorità.

Sarà possibile ottenere il movimento richiesto in una COE soltanto se questa viene esplicitamente richiesta nella domanda.

Potrà essere assegnata una COE anche se non richiesta soltanto nel trasferimento d’ufficio.

La richiesta per COE non è differenziabile a livello delle singole preferenze e vale, pertanto, per tutte le preferenze espresse

Trasferimento su una COE

Il docente trasferito su una cattedra costituita tra scuole diverse sarà tenuto a completare l’orario di insegnamento nella seconda delle due scuole ed anche nella terza eventuale scuola così come verrà indicato negli elenchi del personale trasferito.

Il docente titolare su una cattedra articolata su scuole diverse, se nella prima delle scuole si libera una cattedra, sarà automaticamente assegnato su questa cattedra. Pertanto, all’esito delle operazioni di mobilità, verrà pubblicato tra le eventuali disponibilità l’effettiva tipologia di cattedra interna o esterna

Tali operazioni avverranno a condizione che la cattedra, prevista nell’organico, sia priva di titolare. Non sono necessari a tal fine ulteriori provvedimenti da parte dell’ufficio territorialmente competente.

L’assorbimento automatico su una cattedra interna si può verificare soltanto nella scuola di titolarità.

Se il docente titolare in una COE desidera avere la titolarità nella scuola di completamento della cattedra deve fare, invece, apposita domanda di trasferimento.

Composizione di una COE

La composizione di una COE può essere modificata negli anni scolastici successivi per quanto riguarda gli abbinamenti qualora non si verifichi più disponibilità di ore nella scuola assegnata per completamento di orario. Pertanto il docente trasferito su tale cattedra è tenuto a completare l’orario d’obbligo nella scuola o nelle scuole nelle quali il nuovo organico prevede il completamento d’orario

Assegnazione cattedre interne e cattedre orario esterne nella mobilità

Per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, le modalità di assegnazione delle cattedre orario, sia nei movimenti a domanda sia nei trasferimenti d’ufficio, sono le seguenti:

1) in caso di preferenza analitica (singola scuola o istituto) sono esaminate in stretto ordine sequenziale:
a) le cattedre interne alle scuole
b) le cattedre orario esterne stesso comune
c) le cattedre orario esterne tra comuni diversi
2) in caso di preferenza sintetica (comune, distretto, provincia) sono esaminate in stretto ordine sequenziale:
a) le cattedre interne per ciascuna scuola o istituto compreso nella singola preferenza sintetica, secondo l’ordine del bollettino
b) le cattedre orario esterne con completamento all’interno del comune per ciascuna scuola o istituto, secondo l’ordine del bollettino
c) le cattedre orario esterne con completamento anche tra comuni diversi, secondo l’ordine del bollettino
In caso di mancato soddisfacimento sulla preferenza esaminata, analitica o sintetica, si procede all’esame delle successive preferenze, sempre secondo i sopra esposti criteri.

COE ex-novo

Una COE ex-novo è una cattedra di nuova costituzione, non presente nell’organico dell’anno precedente.

Questa cattedra si forma in seguito alla trasformazione di una cattedra interna in COE, per contrazione in organico e conseguente esubero.

Tale cattedra, quindi, dovrà essere assegnata ad un docente titolare nella scuola, in servizio, l’anno precedente, su una cattedra interna, come chiarisce l’art.11 comma 8:

“Qualora, a seguito di contrazione di ore nell’organico di diritto, si costituisca ex novo una cattedra orario con completamento esterno da assegnare ad uno dei docenti già titolari nella scuola ed in servizio su cattedra interna nel corrente anno scolastico, tale assegnazione avrà carattere annuale e dovrà avvenire tenendo conto della graduatoria interna d’istituto aggiornata con i titoli posseduti al 31 agosto, tenendo conto che i titolari entrati a far parte dell’organico dal precedente 1 settembre andranno utilmente inseriti nella relativa graduatoria e con la precisazione di cui all’art. 13, comma 3, lett. c del presente contratto. In presenza di più richieste volontarie, avanzate da docenti interessati a ricoprire la cattedra orario esterna, la definizione delle modalità e dei criteri di applicazione delle precedenze art. 13 c. 1 del presente contratto o di altre agevolazioni di legge (ad es. tutela delle lavoratrici madri) dovrà essere definita in tempo utile dalla contrattazione d’istituto”

Assegnazione di una COE

Nel caso di COE ex-novo l’assegnazione della cattedra è condizionata dalla posizione occupata dai docenti nella graduatoria interna di istituto.

I docenti beneficiari di una delle precedenze previste nell’art.13 comma 1 ai punti I), III), IV) e VII), che hanno il diritto all’esclusione dalla graduatoria interna di istituto, possono usufruire di tale diritto per essere esclusi dall’attribuzione della cattedra orario esterna costituitasi ex novo, come stabilito nell’art.13 comma 3 punto c), esclusivamente per le cattedre orario esterne costituite tra scuole di comuni diversi, mentre potranno essere assegnate anche a loro le COE ex-novo costituite con scuole ubicate nello stesso comune

Negli altri casi di cattedre orario esterne presenti nell’organico degli anni precedenti, la loro assegnazione coinvolgerà gli stessi docenti titolari nella scuola, in servizio su tali cattedre l’anno precedente, a prescindere dalla posizione occupata nella graduatoria interna di istituto.

Mobilità docenti 2022/23, domanda di trasferimento: chi può, chi deve e chi non può presentarla

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur