Mobilità docenti 2021: possibile la domanda passaggio di ruolo per A46 Scienze giuridiche ed economiche, non c’è più esubero nazionale

WhatsApp
Telegram

La mobilità dei docenti per l’anno scolastico 2021/22 comprende diversi movimenti per i quali vengono stabilite precise disponibilità di posti. I trasferimenti provinciali si dispongono sul 100% delle disponibilità I trasferimenti interprovinciali e la mobilità professionale, sia provinciale che interprovinciale, si dispongono su precise aliquote stabilite nel contratto sulla mobilità.

Hanno fatto eccezione negli scorsi anni, per quanto riguarda l’applicazione delle aliquote indicate nel CCNI, i movimenti che interessano le classi di concorso in esubero nazionale, cioè A046 – Scienze giuridico-economiche.

La presentazione della domanda da parte dei docenti interessati ad un passaggio di cattedra/ruolo veniva infatti bloccata dal sistema con l’avviso “la domanda non può essere inoltrata per esubero nazionale”.

Fasi della mobilità : quali movimenti

La mobilità per il prossimo anno scolastico si realizza in tre distinte fasi, come stabilito nell’art.6 comma 2 del CCNI:

I fase: Trasferimenti all’interno del comune
II fase: Trasferimenti tra comuni della stessa provincia
III fase: mobilità territoriale interprovinciale e  mobilità professionale

Per le classi di concorso in esubero nazionale negli anni scorsi non è stata garantita la possibilità di disporre una parte dei movimenti che rientrano nella III fase, precisamente la mobilità professionale, quindi passaggi di cattedra e passaggi di ruolo.

E’ stato infatti  previsto che, per le classi di concorso in esubero nazionale il 100% delle disponibilità residue dopo i trasferimenti provinciali venisse destinato alla mobilità territoriale, fino all’assorbimento dell’esubero.

In questo caso quindi non è stato applicata alcuna aliquota.

Fasi della mobilità: su quali posti

I movimenti della I fase, che comprendono i trasferimenti provinciali, sia nel comune di titolarità (I fase) che in altri comuni (II fase), vengono disposti sul 100% delle disponibilità

I movimenti della III fase, comprendenti i trasferimenti interprovinciali e la mobilità professionale (passaggi di cattedra e passaggi di ruolo provinciali e interprovinciali) vengono disposti sul 50% dei posti residui rimasti disponibili dopo i trasferimenti provinciali.

All’interno della III fase della mobilità sono comprese diverse tipologie di movimento: i trasferimenti interprovinciali, i passaggi di cattedra e i passaggi di ruolo sia provinciali che interprovinciali

Se i trasferimenti provinciali, quindi i movimenti della I e della II fase, vengono disposti sul 100% delle disponibilità, i movimenti della III fase devono rispettare le aliquote previste nel contratto.

Come esplicitato, infatti, nell’art.8, dopo i trasferimenti provinciali i posti rimasti disponibili vengono ripartiti nel seguente modo:

1- il 50% dei posti viene accantonato per le immissioni in ruolo

2- il restante 50% dei posti viene destinato alla mobilità della III fase

Le operazioni di mobilità relative alla terza fase, per il prossimo anno scolastico 2021/22, si realizzano, su questo restante 50%,  secondo le seguenti aliquote:

– il 25% delle disponibilità è destinato alla mobilità territoriale interprovinciale

–  il 25% alla mobilità professionale

Conclusioni

I docenti interessati al passaggio di cattedra o al passaggio di ruolo per la classe di concorso A046, non più in esubero nazionale, potranno presentare domanda per il movimento di loro interesse.

Naturalmente poi si dovrà fare i conti con i posti a disposizione o con eventuali esuberi a livello provinciale.

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA