Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Mobilità docenti 2021: chiarimenti sulla compilazione della domanda per non confondere vincolo triennale con triennio necessario per la continuità

WhatsApp
Telegram

Nella compilazione della domanda di mobilità il docente che non ha il triennio di continuità non dovrà indicare niente nella sezione specifica

Un lettore ci scrive:

Vorrei presentare domanda di trasferimento in qualità di docente. Sono stato immesso in ruolo a.s.2018/19, lo stesso anno ho presentato domanda di trasferimento  che è stato accettato: ho indicato solo il comune per il trasferimento, non la scuola. Nell’attuale scuola ho effettuato il servizio, dunque, nell’ a.s 2019/2020 e 2020/21.

Da quanto ho letto e capito avrei diritto a presentare la domanda di trasferimento non avendo presentato richiesta analitica due anni fa. Tuttavia la piattaforma non mi fa completare la domanda dovendo indicare i tre anni di lavoro continuativo nella stessa scuola.

Potete chiarire questo dubbio?”

Il nostro lettore sta facendo confusione tra vincolo triennale e triennio continuativo maturato nella scuola di titolarità, necessario per poter valutare il punteggio di continuità

Il docente, quindi, non è obbligato ad indicare il triennio continuativo se non lo ha ancora maturato e questo non ha alcun legame con il vincolo triennale

Spieghiamo meglio

Vincolo triennale

Il vincolo triennale impedisce al docente di partecipare alla mobilità per un triennio, a decorrere dall’a.s. 2019/20, in seguito alla mobilità volontaria ottenuta con preferenza analitica o con preferenza sintetica nel comune di titolarità.

Il nostro lettore avendo ottenuto il trasferimento volontario nell’a.s. 2019/20 in seguito a preferenza sintetica in un comune diverso da quello di titolarità, non è sottoposto al vincolo triennale e può tranquillamente partecipare alla mobilità per il prossimo anno scolastico 2021/22

Triennio di continuità

Il triennio di servizio continuativo nella scuola di titolarità è indispensabile per poter valutare, nella domanda di mobilità, il punteggio di continuità.

Nel modulo-domanda c’è una sezione specifica, la casella 4 per la scuola dell’Infanzia e per la scuola Secondaria di I e II grado e la casella 6 per la scuola Primaria, dove si deve inserire il numero di anni relativo al servizio continuativo, numero che non può essere inferiore a 3, come chiarisce il modulo stesso:

“Anzianità di servizio di ruolo (almeno 3 anni) prestato senza soluzione di continuità nella classe di concorso e nell’istituto di titolarità (lettera C)”

Il docente che, come il nostro lettore,  non ha maturato il triennio continuativo non ha diritto al punteggio di continuità e dovrà lasciare in bianco la relativa casella

Se nella casella si inserisce un numero inferiore a 3 il sistema non consente di procedere con la compilazione ed invio della domanda, segnalando un errore, cosa che presumibilmente sta capitando al nostro lettore

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”