Mobilità dirigenti scolastici, tempistica e aliquote trasferimenti interregionali. Incontro al Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

In data odierna, il Miur ha fornito un’informativa ai sindacati riguardante l’attribuzione degli incarichi dirigenziali per l’a.s. 2018/19.

L’incontro, nello specifico, si è focalizzato su: conferme; mutamenti; mobilità interregionale.

E’ stata definita la tempistica relativa alle operazioni di mobilità ed è stato affrontato il tema della percentuale da destinare alla mobilità interregionale.

Tempistica operazioni mobilità

Il Miur, riferisce l’ANP, ha fissato al 22 giugno 2018 il termine delle operazioni relative alla mobilità dei dirigenti (la Cgil riporta la data del 20 giugno) e al 16 luglio 2018 il completamento dell’intero iter procedurale da parte degli USR. 

La tempistica è dettata dalla necessità degli UU.SS.RR. di inviare i contratti agli organi di controllo, in modo che l’iter si concluda prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Aliquota mobilità interregionale

L’aliquota da destinare alla mobilità interregionale è pari al 30%, come indicato dall’Amministrazione ai sindacati, rinviando all’articolo 9, comma 4, del CCNL-Area V del 15/10/2010.

Leggi anti corruzione

I sindacati hanno evidenziato il problema legato alla legge n. 190/2012, in base alla quale alcuni Uffici Scolastici Regionali non confermano l’incarico ai dirigenti, dopo un certo numero di anni, perché a rischio corruzione.

Le OO.SS. hanno sottolineato che la scuola non è a rischio elevato di corruzione, come sostenuto anche dall’Anac.

Versione stampabile
soloformazione