Mobilità, da oggi presentazione domande. Anief attiva adesioni a ricorsi

Anief – Mobilità: parte oggi la presentazione della domanda online. Anief attiva le adesioni ai ricorsi contro vincoli e limitazioni illegittime.

Al via oggi le operazioni di presentazione online delle domande di mobilità per il personale docente. Anief attiva l’adesione ai ricorsi contro il vincolo alla mobilità per gli assunti FIT nell’a.s. 2019/20, per gli assunti ex D.M. 631/2018 e per l’impossibilità di presentare domanda in caso di disabilità personale o di un congiunto riconosciuta prima del concorso straordinario bandito nel 2018 per la scuola secondaria. Confermati anche i ricorsi, già vittoriosi presso i Tribunali del Lavoro, contro il vincolo di trasferimento su posto comune per i docenti assunti su sostegno prima di cinque anni perché non possono computare il servizio svolto durante il precariato, contro il mancato riconoscimento della precedenza anche nei trasferimenti interprovinciali per chi assiste un genitore disabile, contro la decurtazione del punteggio per il servizio preruolo nelle graduatorie interne d’istituto, contro la mancata valutazione del servizio in scuola paritaria e dei titoli SSIS, TFA, Sostegno e del servizio militare prestato non in costanza di nomina per la mobilità volontaria e per quella d’ufficio. Per aderire ai ricorsi di tuo interesse e scaricare le istruzioni per presentare domanda, clicca qui.

Avviate le operazioni di mobilità 2020/2021, da oggi su Istanze OnLine sarà possibile per i docenti presentare domanda di trasferimento, Anief ha deciso di rivolgersi alla magistratura per contrastare tutti i vincoli e le limitazioni illegittime che permangono nel contratto integrativo vigente e quelle introdotte dalla Legge 159/2019.

In particolare, questi i ricorsi promossi dal giovane sindacato volti a:

  • eliminare il vincolo di permanenza quinquennale nella scuola di immissione in ruolo per tutti i docenti assunti da FIT nell’a.s. 2019/20, anche ex D.M. 631/2018;
  • riconoscere l’esonero dal vincolo quinquennale agli assunti FIT nel 2019/20, anche ex D.M. 631/2018, con disabilità personale o di un congiunto che assiste riconosciuta dopo il concorso;
  • riconoscere anche nei movimenti interprovinciali la precedenza per chi assiste un genitore disabile;
  • eliminare il vincolo di permanenza su sostegno che impedisce a chi ha svolto servizio preruolo di poter chiedere trasferimento su posto curricolare prima di cinque anni;
  • riconoscere il servizio prestato nelle paritarie ai fini del punteggio nelle domande di mobilità volontarie e nelle graduatorie interne d’istituto per la mobilità d’ufficio;
  • riconoscere i titoli SSIS, TFA, Sostegno e il servizio militare prestato non in costanza di nomina ai fini del punteggio nelle domande di mobilità volontarie e nelle graduatorie interne d’istituto per la mobilità d’ufficio;
  • riconoscere per intero il servizio preruolo ai fini del punteggio nelle graduatorie interne d’istituto per la mobilità d’ufficio.

Le adesioni ai ricorsi sono già online sul portale Anief con tutte le specifiche e semplici istruzioni per l’invio della domanda di trasferimento che potrai scaricare comodamente e poter successivamente procedere con il ricorso.

Per ulteriori informazioni sui singoli ricorsi Anief, clicca qui.