Mobilità da materia a sostegno su preferenza analitica: doppio vincolo temporale per il docente interessato

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il docente soddisfatto su una preferenza analitica nel trasferimento da materia a sostegno ha un doppio vincolo temporale, uno nella scuola e l’altro nella tipologia di posto (sostegno)

Una lettrice ci scrive:

Sono un’ insegnante di scuola dell’ infanzia, immessa in ruolo nel 2017. Nel 2018 non ottenni il trasferimento e feci domanda di assegnazione. Nel 2019 ottenni il trasferimento in una delle 15 scuole dei comuni vicino al mio, sul posto di sostegno, avendo il titolo. Purtroppo ho ottenuto la mia quindicesima scelta ed ho optato ugualmente per l’ assegnazione per il corrente anno scolastico. Credo di aver  optato per il 2019 per una scelta analitica, avendo scelto 15 scuole, alcune anche nello stesso comune. Ad oggi mi chiedo se sono sottoposta al vincolo triennale e non posso fare domanda di mobilità per il 2020. Avendo anche la specializzazione sul sostegno per la primaria, avrei voluto chiedere il passaggio di ruolo. Spero di essere stata chiara. Certa di una risposta.”

Il docente titolare su posto comune in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno può chiedere trasferimento oltre che su posto comune anche sul sostegno ed è questo il movimento ottenuto dalla nostra lettrice per il corrente anno scolastico.

Quanti e quali vincoli temporali

I vincoli temporali che interessano, quindi, la nostra lettrice sono due, uno nella scuola di titolarità assegnata nel trasferimento e uno nella nuova tipologia di posto di titolarità che è il sostegno

Vincolo triennale nella scuola

La docente ha ottenuto il trasferimento in una scuola richiesta con preferenza analitica e, questo, ha determinato per lei il vincolo di permanenza triennale nella scuola di titolarità, anche se risulta l’ultima preferenza inserita nella domanda.

Il vincolo triennale, stabilito nell’art.2 comma 2 del CCNI, si applica, infatti, in seguito a mobilità volontaria su scuola richiesta con preferenza analitica, quindi su tutte le scuole richieste a prescindere dalla posizione occupata come preferenza territoriale nella domanda

Vincolo quinquennale sul sostegno

La docente, inoltre, avendo ottenuto il trasferimento da posto comune a sostegno è sottopista al vincolo di permanenza quinquennale su questa tipologia di posto sul quale dovrà rimanere per cinque anni

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi, per il prossimo triennio non potrà partecipare alla mobilità, per nessuna tipologia di posto e per nessuna tipologia di movimento.

Completato il triennio la docente potrà di nuovo partecipare alla mobilità ma, per altri due anni, solo per posti sul sostegno essendo ancora nel vincolo quinquennale

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads