Mobilità: blocco triennale, preferenze, percentuali. La scheda UIL

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il nuovo Contratto Collettivo Nazionale Integrativo disciplina la mobilità del personale docente,meducativo ed ATA, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

 

  •  Ha una validità giuridica di 3 anni (2019/20, 2020/21, 2021/22).
  •  La mobilità si svolgerà comunque annualmente.
  •  È possibile la riapertura della trattativa, anche su richiesta di un solo soggetto firmatario, per recepire possibili effetti sulla mobilità derivanti da eventuali interventi normativi e contrattuali o qualora le parti concordemente lo ritengano necessario

Preferenze

È soppresso il codice di “ambito” e non c’è più la limitazione delle 5 scuole (con preferenza puntuale) da poter inserire.

Le preferenze saranno 15 ed espresse, per tutti gli ordini e gradi, attraverso il codice di istituzione scolastica autonoma.

Nel caso di preferenze sia provinciali che interprovinciali la domanda è unica sempre con un massimo di 15 preferenze. In questo caso è importante l’ordine con cui si esprimono le preferenze:

es. se si vuole dare “priorità” al trasferimento interprovinciale tali preferenze vanno inserite prima di quelle provinciali (e viceversa).

Nel limite delle 15 preferenze non ci sono vincoli rispetto al numero di tipologia di preferenza da poter inserire (potrebbero essere espresse anche 15 scuole o 15 comuni o anche 15 province).

Nel caso di presentazione di più domande (es. di trasferimento e di passaggio) le 15 preferenze si intendono per ciascuna domanda.

Le preferenze possono essere del seguente tipo:

 scuole
 comuni
 distretti
 codice provincia (solo nel caso della mobilità interprovinciale).

Si può inoltre dare la disponibilità per le seguenti tipologie di posto:

 istruzione degli adulti, che comprende:

– corsi serali degli istituti di secondo grado;
– centri territoriali riorganizzati nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti.

 sezioni carcerarie ove esprimibili;
 sezioni ospedaliere;
 licei europei.

Continueranno ad essere utilizzati gli specifici codici sede di organico per:

 i percorsi di secondo livello del sistema di istruzione degli adulti;
 le sezioni carcerarie ed ospedaliere;
 le sezioni di scuola speciale;
 i movimenti tra le sedi di organico dei centri per l’educazione degli adulti (ex CTP).

La scheda UIL sulla mobilità

il link della guida
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione