Mobilità Ata ex Lsu: nuovo incontro tra Ministero e i sindacati: il resoconto

Stampa

Nuovo round, in videoconferenza, per il rinnovo del contratto sulla mobilità del personale Ata ex Lsu, una trattativa, così come segnala la Flc Cgil in un report, a sospesa agli inizi di marzo per l’avvio di un confronto politico, richiesto dalla stessa sigla sindacale, al fine di verificare la disponibilità ad un adeguamento dell’organico ATA per scongiurare esuberi provinciali.

I tempi si sono allungati a causa del cambio di Ministro. Pertanto, prevedere e gestire la mobilità per questo personale, impone un impegno politico di modifica dell’attuale normativa al fine di incrementare l’organico nelle province dove sussiste un problema di soprannumero, proprio per non penalizzare queste realtà territoriali, dove si determinerebbero pesanti ricadute negative su immissioni in ruolo, supplenze e mobilità.

Per queste ragioni, prima di entrare nel vivo della discussione riguardante i contenuti del contratto, la Flc Cgil ha domandato precise garanzie affinché i posti non vengano sottratti ad altre province per effettuare le compensazioni e, dunque, richiesto con urgenza l’incontro di confronto sugli organici ATA, per poter analizzare la situazione delle dotazioni organiche, suddivise per provincia, nella loro complessità.

Stampa

Eurosofia, Corso sul nuovo PEI in ICF a cura della Dott.ssa Chiocca. Nei prossimi incontri esempi operativo/pratici a cura del Dott. Ciraci. Iscrizioni aperte