Mobilità ATA 2020: da oggi si presentano domande. Province e preferenze esprimibili, ordine scuole [GUIDA]

di redazione

item-thumbnail

Mobilità personale ATA, presentazione domande: preferenze e provincia/e esprimibili.

Tempistica

Di seguito le date di presentazione delle domande da parte del personale ATA, la comunicazione delle domande e dei posti al SIDI e la pubblicazione dei movimenti:

Presentazione domande fra l’1 e il 27 aprile 2020

Comunicazione domande e posti disponibili al SIDI: 8 giugno 2020

Pubblicazione esiti: 2 luglio

Domanda e scelta provincia

Il presenta ATA può chiedere il trasferimento:

  1. nell’ambito della provincia di titolarità
  2. in una sola altra provincia diversa da quella di titolarità
  3. congiuntamente nell’ambito della provincia di titolarità e in una (sola) provincia diversa

Nel caso di cui al 3 punto, la domanda va presenta tramite istanze online e, come leggiamo nel’ordinanza, congiuntamente (quindi è una): Qualora intenda avvalersi di entrambe le facoltà, deve presentare congiuntamente le due domande, da redigersi secondo le modalità stabilite dal presente articolo. 

Qualora venga accolta la domanda di trasferimento  ad altra provincia, non si tiene conto di quella provinciale.

Mobilità ATA 2020, domande trasferimento e passaggio. Ecco quale prevale

Preferenze esprimibili

Le preferenze, al massimo 15, possono essere del seguente tipo:

a) scuola;
b) distretto;
c) comune;
d) provincia;
e) centro territoriale riorganizzato nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263.

In caso di preferenza sintetica,  l’aspirante può indicare l’ordine in cui esaminare le scuole oppure escludere dall’esame le scuole di un certo tipo, compilando le apposite caselle del modulo domanda e indicando l’ordine di trattazione dei vari tipi di scuola.

Qualora l’aspirante non indichi un ordine o l’esclusione di scuole di un determinato grado di istruzione, l’assegnazione della sede viene disposta per una qualsiasi delle scuole del distretto,  comune o provincia, prendendo in esame prima le scuole primarie, poi le secondarie di primo grado ed infine le secondarie di secondo grado.

Ordinanza 

Mobilità, pubblicata ordinanza: domande dal 28 marzo al 21 aprile

Come si presenta la domanda

Guida per immagini del Ministero

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione