Mobilità ATA 2019, Anief: avvio ricorsi per riconoscimento servizio paritarie

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

Comunicato ANIEF – Le domande per la mobilità del personale ATA potranno essere presentate sul sistema Polis Istanze Online fino al prossimo 26 aprile e, anche per il personale ATA, il Miur non riconosce punteggio al servizio svolto nelle scuole paritarie anche se sul medesimo profilo professionale di attuale titolarità.

L’Anief ricorda ai propri iscritti che è possibile aderire allo specifico ricorso al TAR entro il 26 aprile, dichiarando il servizio svolto nelle scuole paritarie direttamente nell’Allegato D da caricare nella procedura di compilazione della domanda su Istanze Online e seguendo le specifiche istruzioni di compilazione fornite dall’Ufficio Legale Anief e scaricabili all’atto dell’adesione al ricorso.

Nelle procedure di mobilità contenute nel CCNI sottoscritto lo scorso 6 marzo, infatti, nonostante le tante vittorie ottenute dall’Anief in tribunale, continuano a non essere valorizzati i servizi svolti nelle scuole paritarie. “Le procedure di mobilità 2019, oltre a non sanare le illegittimità che da anni segnaliamo – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – continuano a negare il riconoscimento del punteggio per il servizio svolto nelle scuole paritarie anche al personale ATA, nonostante la normativa vigente imponga l’equiparazione di tale servizio a quello svolto nelle scuole statali. Anief ritiene illegittima tale prospettazione e lesiva dei diritti dei lavoratori che non possono aspirare al trasferimento beneficiando dell’effettivo punteggio riconosciuto a tutta la loro carriera”.

L’Anief, forte della sua esperienza in materia e delle tante vittorie ottenute in tribunale, avvia lo specifico ricorso presso il Tar del Lazio riservato al personale ATA per sanare quanto la contrattazione, ancora una volta, non è riuscita a fare. L’Anief informa i propri iscritti che, per ulteriori informazioni e aderire ai ricorsi sulla Mobilità 2019, rivolti al personale ATA e al personale docente, possono consultare la specifica pagina riservata sul nostro sito.

Versione stampabile
Argomenti: