Mobilità. Approvato emendamento per deroga a vincolo triennale, più facile ottenere sede desiderata

di redazione
ipsef

Nell’ambito della Legge di Bilancio è stato approvato dalla VII Commissione Cultura un emendamento per un nuovo piano per l’a.s. 2017/18 di mobilità territoriale e professionale dei docenti. Adesso dovrà passare dalle altre commissioni e dall’Aula.

L’emendamento prevede pertanto che anche nell’a.s. 2017/18 vi sia un nuovo piano di mobilità straordinaria, ma a differenza di quest’anno non si concorrebbe su tutti i posti vacanti e disponibili, ma solo su una quota parte (probabilmente l’aliquota verrebbe stabilita in sede di definizione del contratto tra Miur e sindacati).

Il piano, se approvato nella versione definitiva della Legge di Bilancio, interesserà il personale docente assunto a tempo indeterminato entro l’anno scolastico 2015-2016.

Si tratta in sostanza di una deroga al vincolo triennale di permanenza nella provincia di cui all’articolo 399, comma 3, del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

L’emendamento risponde alle richieste di alcuni docenti che hanno “subìto” l’algoritmo e le sue conseguenze.

Miur e sindacati, se l’emendamento sarà contenuto nella versione finale della Legge di Bilancio, dovranno tenerne conto in fase di stesura del contratto di mobilità 2017. Contratto che, nelle intenzioni del Miur, dovrà chiudersi entro dicembre.

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione