Mobilità, Anief ricorre per rivendicare la mobilità sul 100% dei posti

Stampa

Comunicato Anief – Con la pubblicazione dell’O.M. 106 del 29 marzo 2021 è stato confermato il vincolo di permanenza nella sede di assunzione per tutti i neo immessi in ruolo nel corrente anno scolastico con conseguente compressione del diritto al ricongiungimento familiare e di altre tutele di legge come quelle regolate dalla Legge 104/92. Anief conferma, dunque, l’avvio dei ricorsi Mobilità per la tutela dei diritti di tutti i lavoratori

Il ricorso è al Giudice del Lavoro. Preadesioni aperte, cliccare qui

Nello specifico, il sindacato avvia il ricorso al Giudice del Lavoro per rivendicare il diritto al trasferimento utilizzando il 100% dei posti vacanti e disponibili (e non il 25%, come previsto).

Per ricorrere, è necessario presentare, entro il termine indicato dal ministero dell’istruzione, regolare domanda di trasferimento su Istanze Online. Il ricorso verterà esclusivamente a rivendicare il diritto al trasferimento non sul 25% dei posti vacanti, ma su tutto l’organico di diritto (100% dei posti vacanti). 

Stampa