Mobilità, 23 ottobre sindacati al Miur. Contratto triennale e vincoli per i docenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha convocato i sindacati per il 23 ottobre p.v., avviando così il negoziato che condurrà al rinnovo del CCNI sulla mobilità, che presenterà importanti novità introdotte dal CCNL 2016-18.

Contratto triennale

Il CCNI sulla mobilità sarà triennale e quindi avrà validità per il triennio 2019/2020, 2020/2021 e 2021/2022,.

Sottolineiamo che è il Contratto ad essere triennale, mentre i movimenti dei docenti saranno sempre annuali, sebbene il CCNL abbia fissato un paletto ben preciso.

Vincolo triennale

L’art.22 comma 4 lettera a1) del CCNL 2016/18 così prevede “[….] al fine di perseguire il principio della continuità didattica, i docenti possono presentare istanza volontaria non prima di tre anni dalla precedente, qualora abbiano ottenuto l’istituzione scolastica richiesta volontariamente [….]

I docenti, che ottengono il trasferimento su una delle scuole richieste, dunque, resteranno vincolati per tre anni alla scuola medesima.

Legge di bilancio

Nel DEF c’è una parte dedicata ai trasferimenti, anch’essa volta a limitare i trasferimenti sempre al fine di garantire la continuità didattica.

Vedremo se sarà sufficiente il limite posto dal Contratto o se saranno introdotte ulteriori limitazioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione