Mobilità 2023, deroga ai vincoli triennali. Il governo riflette sulla misura, ma il tempo scorre: c’è tempo fino al 2 maggio

WhatsApp
Telegram

Continua a tenere banco la vicenda dei docenti vincolati. Il Ministero dell’Istruzione e del Merito, secondo quanto raccolto, sta attualmente esaminando la questione del vincolo triennale dei nuovi assunti, in previsione dell’inizio dell’anno scolastico 2023/24.

Il Ministero non può, però, permettersi di attendere a lungo l’approvazione della Commissione UE per evitare ritardi nell’avvio regolare del prossimo anno scolastico.

Come noto, la mobilità del personale docente, educativo e ATA è stata regolamentata da un’ordinanza del 1° marzo che prevede il termine ultimo per la comunicazione al Sidi delle domande di mobilità entro il 2 maggio, al fine di garantire la pubblicazione dei movimenti il 24 maggio.

Secondo più fonti, l’unica strada percorribile per il governo sarebbe quella di inserire una modifica nel nuovo decreto legge Pnrr, che dovrebbe essere approvato nei prossimi giorni dal Consiglio dei ministri. In assenza di una risposta chiara da parte della Commissione UE, però, questo potrebbe rappresentare una forzatura: ecco perché, prima di effettuare qualsiasi passo, il Ministero pondererà la decisione.

Tempistica mobilità

  • Comunicazione al SIDI dei posti disponibilitermine ultimo 27 aprile 2023
  • Comunicazione al SIDI delle domande di mobilità: termine ultimo 2 maggio 2023
  • Pubblicazione movimenti24 maggio 2023

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto