Mobilità 2022, reclamo avverso esito della domanda. MODELLO [PDF]

WhatsApp
Telegram

In corso di pubblicazione gli esiti della mobilità 2022-23. È possibile presentare domanda di reclamo entro i 10 giorni successivi alla pubblicazione.

Si può presentare reclamo, entro 10 giorni dalla pubblicazione o notifica dell’atto. Il docente che dovrà presentare l’istanza dovrà farlo inoltrandola all’ufficio scolastico dove è stata inviata la domanda per l’anno scolastico 2022-22

Per quanto riguarda tempi e modalità dei reclami è bene monitorare anche eventuali avvisi specifici pubblicati dall’ufficio Scolastico. È possibile infatti che i tempi siano ristretti, si consiglia di inviare l’eventuale reclamo subito dopo aver ricevuto la notifica.

Il reclamo si può presentare avverso le graduatorie redatte dal dirigente scolastico o dall’autorità/ufficio territoriale competente; la valutazione delle domande; l’attribuzione del punteggio; il riconoscimento di eventuali diritti di precedenza.

Eventuale reclamo può essere presentato o per A/R, o PEC, o, acquisendo il numero di protocollo in entrata.

CCNI 2022-25, controversie su atti lesivi dei diritti

Ecco che cosa dice il CCNL a riguardo: “Sulle controversie riguardanti le materie della mobilità in relazione agli atti che si ritengono lesivi dei propri diritti, gli interessati possono esperire le procedure previste dagli artt. 135, 136, 137 e 138 del CCNL 29/11/2007, tenuto conto delle modifiche in materia di conciliazione ed arbitrato apportate al Codice di Procedura Civile dall’art. 31 della legge 4 novembre 2010 n. 183, facendone richiesta entro 10 giorni dalla pubblicazione degli esiti all’Ufficio dell’Amministrazione presso il quale hanno presentato la domanda. In caso di conciliazioni relative a trasferimenti verso province di diversa regione, l’Ufficio che ha ricevuto la domanda acquisisce la valutazione dell’Ufficio scolastico regionale competente per la provincia richiesta. Non saranno prese in considerazione altre forme di contestazione dell’esito del trasferimento se non quelle previste in sede di giustizia amministrativa o civile. Resta ferma la possibilità di disporre, in sede di autotutela, rettifiche ad eventuali errori materiali relativi ai trasferimenti ed ai passaggi disposti”.

MODELLO DI RECLAMO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur