Mobilità docenti 2022, pubblicati gli esiti dei trasferimenti. Modello di reclamo

WhatsApp
Telegram

Mobilità docenti e personale educativo 2022/2023: ecco la pubblicazione dei movimenti. La data utile per il personale docente ed educativo è il 17 maggio.

Il Ministero dell’Istruzione ha trasmesso i risultati dei movimenti del personale docente per l’anno scolastico 2022/23. Gli Uffici Scolastici Territoriali procedono con la pubblicazione degli elenchi sui rispettivi siti internet.

Gli interessati ricevendo la comunicazione direttamente in posta elettronica, mentre le scuole possono consultare il SIDI.

Il comunicato del Ministero

Le domande soddisfatte a livello nazionale sono state 49.891, pari al 55,8% del totale dei docenti che hanno partecipato alla mobilità ordinaria. Leggi tutto

Abruzzo

L’Aquila

Chieti e Pescara, personale educativo

Teramo

Calabria

Crotone

Catanzaro

Vibo Valentia

Reggio Calabria

Campania

Avellino, personale educativo, infanzia, primaria, primo grado e secondo grado

Benevento

Caserta

Salerno

Napoli personale educativo

Emilia Romagna

Forlì-Cesena

Modena

Ravenna

Rimini

Reggio Emilia

Parma

Ferrara infanzia e primaria secondaria

Bologna

Piacenza

Friuli Venezia Giulia

Gorizia

Trieste

Udine

Pordenone

Lazio

Latina

Frosinone

Roma

Rieti-INFANZIA bollettino_risultati_elaborati_dal_sistema

Viterbo

Liguria

La Spezia

Imperia

Savona

Genova

Lombardia

Como

Cremona

Lodi

Mantova

Sondrio infanzia primariasecondaria

Milano infanzia primaria secondaria primo gradosecondaria secondo gradopersonale educativo

Varese

Lecco

Bergamo

Brescia

Monza e Brianza

Marche

Ancona infanzia e primariasecondaria primo e secondo gradopersonale educativo

Pesaro e Urbino

Ascoli Piceno e Fermo

Macerata

Molise

Campobasso

Isernia

Piemonte

Alessandria

Asti

Torino

Biella

Vercelli

Verbano Cusio Ossola

Novara

Cuneo

Puglia

Bari

Brindisi

Foggia

Lecce

Taranto

Sardegna

Nuoro infanziaprimariasecondaria primo gradosecondaria secondo grado

Sassari infanziaprimariasecondaria primo gradosecondaria secondo grado-personale educativo

Oristano

Cagliari

Sicilia

Agrigento, infanzia e primaria, secondaria primo grado, secondaria secondo grado, Scuola secondaria di 2° grado – Decreto di annullamento trasferimento classe di concorso B015 per decesso a.s. 2022/23

Caltanissetta, primo grado e secondo gradoprimariainfanzia

Enna secondaria II grado infanziaprimariasecondaria primo grado

Trapani

Messina, secondaria di primo gradoscuola infanziascuola primariasecondaria II grado

Ragusa, infanzia e primaria, secondaria

Catania infanziaprimariasecondaria primo gradosecondaria secondo grado

Palermo

Toscana

Siena

Pistoia

Prato

Grosseto

Lucca

Pisa

Firenze

Arezzo

Umbria

Terni

Perugia

Veneto

Infanzia: i movimenti del Veneto

Primaria: i movimenti del Veneto

Secondaria di I grado: i movimenti del Veneto

Secondaria di II grado: i movimenti del Veneto

Trento

Bolzano

N.B. Consigliamo comunque di seguire i siti degli uffici scolastici per eventuali rettifiche.

Le date, per ciascuna categoria, sono le seguenti:

  • 17 maggio – Docenti e personale educativo
  • 30 maggio – Insegnanti di religione cattolica
  • 31 maggio – Personale ATA

All’articolo 6 dell’ordinanza ministeriale 45 le indicazioni sulla pubblicazione dei movimenti.

L’elenco di coloro che hanno ottenuto il trasferimento o il passaggio è pubblicato all’albo online dell’Ufficio territoriale di destinazione, con l’indicazione, a fianco di ogni nominativo, della scuola di destinazione, della tipologia di posto richiesto, del punteggio complessivo, delle eventuali precedenze. Per gli assistenti tecnici, sono riportati i codici delle aree professionali richieste nella domanda.

Contemporaneamente alla pubblicazione degli elenchi e alla comunicazione del provvedimento alle istituzioni scolastiche, gli Uffici territorialmente competenti provvedono alle relative comunicazioni:
a) all’istituzione scolastica di provenienza;
b) all’istituzione scolastica di destinazione;
c) alla competente ragioneria territoriale dello Stato.

I dirigenti scolastici degli istituti dove il personale trasferito deve assumere servizio dall’inizio dell’anno scolastico cui si riferisce il trasferimento devono comunicare l’avvenuta assunzione di servizio esclusivamente all’Ufficio territorialmente competente e alla competente ragioneria territoriale dello Stato.

Comunicazione via mail

Al personale che ha ottenuto il trasferimento o il passaggio è data comunicazione del provvedimento presso l’Ufficio territoriale cui è stata presentata la domanda e per posta elettronica all’indirizzo inserito nel portale Istanze online.

Al personale che non ha ottenuto il trasferimento è data comunicazione per posta elettronica all’indirizzo inserito su Istanze on line e tale personale potrà consultare, attraverso l’apposita funzione resa disponibile su Istanze on line, l’esito della propria domanda.

Non sono ancora definiti i termini entro i quali presentare le domande di mobilità annuale di utilizzazione e assegnazione provvisoria.

Reclamo

Questo è possibile entro i 10 giorni successivi alla pubblicazione degli esiti. Il docente che dovrà presentare l’istanza dovrà farlo inoltrandola all’ufficio scolastico dove è stata inviata la domanda per l’anno scolastico 2022-23

Per quanto riguarda tempi e modalità dei reclami è bene monitorare anche eventuali avvisi specifici pubblicati dall’ufficio Scolastico. È possibile infatti che i tempi siano ristretti, si consiglia di inviare l’eventuale reclamo subito dopo aver ricevuto la notifica.

Ecco che cosa dice il CCNL a riguardo: “Sulle controversie riguardanti le materie della mobilità in relazione agli atti che si ritengono lesivi dei propri diritti, gli interessati possono esperire le procedure previste dagli artt. 135, 136, 137 e 138 del CCNL 29/11/2007, tenuto conto delle modifiche in materia di conciliazione ed arbitrato apportate al Codice di Procedura Civile dall’art. 31 della legge 4 novembre 2010 n. 183, facendone richiesta entro 10 giorni dalla pubblicazione degli esiti all’Ufficio dell’Amministrazione presso il quale hanno presentato la domanda. In caso di conciliazioni relative a trasferimenti verso province di diversa regione, l’Ufficio che ha ricevuto la domanda acquisisce la valutazione dell’Ufficio scolastico regionale competente per la provincia richiesta. Non saranno prese in considerazione altre forme di contestazione dell’esito del trasferimento se non quelle previste in sede di giustizia amministrativa o civile. Resta ferma la possibilità di disporre, in sede di autotutela, rettifiche ad eventuali errori materiali relativi ai trasferimenti ed ai passaggi disposti”.

MODELLO DI RECLAMO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur