Mobilità 2022/23, quanti punti vale il servizio di ruolo e pre-ruolo. FAQ

WhatsApp
Telegram

L’anzianità di servizio di ruolo e pre-ruolo è uno degli elementi che concorre alla determinazione del punteggio del personale docente che partecipa alla mobilità volontaria (trasferimento volontario e passaggio di ruolo/cattedra) e d’ufficio (trasferimento d’ufficio).

Vediamo quanto e quando viene valutata la predetta anzianità nella mobilità volontaria, proponendo anche un’apposita serie di FAQ.

Valutazione servizio

L’attribuzione del punteggio relativo all’anzianità di servizio avviene sulla base di quanto prescritto nell’Allegato 2 al CCNI 2022/25: Tabella ATabella di valutazione dei titoli ai fini dei trasferimenti a domanda e d’ufficio del personale docente ed educativo” e Tabella B Tabella di valutazione dei titoli ai fini della mobilità professionale del personale docente ed educativo“. 

Nello specifico, sono la sezione A 1 – punti A), A1), B), B1)- della Tabella A e la sezione B 1 – punti A), A1), B), B1) – della Tabella B ad indicare il punteggio riguardante l’anzianità di servizio di ruolo e pre-ruolo.

Sulla base delle succitate tabella, nei trasferimenti volontari e nei passaggi di ruolo/cattedra, sono attribuiti:

  1.  punti 6 per ogni anno di servizio prestato nel ruolo di appartenenza successivamente alla decorrenza giuridica della nomina;
  2. punti 6 per ogni anno di servizio pre-ruolo;
  3. punti 6 per ogni anno di servizio in altro ruolo, ossia un ruolo diverso da quello di attuale titolarità.

FAQ

Servizio di ruolo

D. Sono stato immesso in ruolo nel 2018/19 e presenterò domanda di trasferimento. Quanti anni di servizio di ruolo dovrà indicare nella domanda? Tre oppure quattro considerando anche l’anno in corso?

R. Nell’anzianità di servizio non si valuta l’anno in corso, per cui dovrà indicare soltanto tre anni (2018/19, 2019/20 e 2020/21).

D. Nel corso dell’anno scolastico 2020/21, ho usufruito di un determinato periodo di aspettativa per motivi di famiglia. L’anno di servizio mi sarà valutato?

R. L’anno di servizio le sarà valutato (punti 6), a condizione che abbia svolto un periodo di servizio non inferiore a 180 giorni (almeno dunque 180). Se invece ha svolto un periodo di servizio inferiore a 180 giorni, l’anno di servizio non le sarà valutato.

D. Nel corso dell’anno scolastico 2020/21 ho usufruito, per l’intero anno scolastico, del congedo biennale per l’assistenza a familiari con grave disabilità di cui D.lgs. n. 151/2001. Tale anno mi sarà valutato?

R. Sì, il periodo di congedo biennale viene valutato come servizio svolto.

D. Il servizio prestato, nel corso di un anno scolastico, durante il periodo di collocamento fuori ruolo è valutato 6 punti?

R. Sì, il servizio prestato durante il periodo di collocamento fuori ruolo e/o di utilizzazione in altri compiti è valutato ai sensi del punto A, sezione A 1, della sopra citata Tabella A. Pertanto, nel caso suddetto saranno attribuiti 6 punti.

D.  I periodi di congedo di maternità/paternità, congedo parentale e malattia del bambino sono valutati?

R. Sì, i periodi di congedo suddetti (retribuiti e non) vanno computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

D. I periodi di congedo per la frequenza di un corso di dottorato di ricerca ovvero per essere stati destinatari di borse di studio o assegni di ricerca da parte di amministrazioni statali, di enti pubblici, di stati od enti stranieri, di organismi ed enti internazionali, sono valutati come effettivo servizio di ruolo?

R. Sì, sono valutati:

  • come servizio di ruolo, se si è in servizio nello stesso ruolo (ossia quello in cui si era titolari durante il periodo di congedo);
  • come servizio pre-ruolo, se se si è in servizio in un ruolo diverso (diverso da quello in cui si era titolari durante il periodo di congedo).

Nell’uno e nell’altro caso, nella mobilità volontaria, saranno attribuiti punti 6.

D. Gli anni di servizio come ricercatore a tempo determinato sono valutati nell’anzianità di servizio?

R. Sì, sono valutati come detto sopra per chi ha frequentato un dottorato di ricerca ovvero è stato destinatario di borse di studio o assegni di ricerca.

D. Sono un insegnante di sostegno, con 9 anni di servizio tutti su tale tipo di posto,  e presenterò domanda di trasferimento sia su posto comune che di sostegno. Il punteggio mi sarà raddoppiato?

R. Il punteggio le sarà raddoppiato soltanto per il movimento su sostegno, mentre sarà valutato 6 punti ogni anno per il movimento su posto comune. Pertanto: per il trasferimento su sostegno le saranno attribuiti 108 punti; per il trasferimento su posto comune 54 punti.

D. Il punteggio per il servizio prestato nelle piccole isole è raddoppiato. In tal caso il servizio deve essere stato effettivamente svolto?

R. Si, deve essere stato effettivamente svolto, eccetto i casi di assenza per gravidanza e puerperio nonché per servizio militare di leva o per il sostitutivo servizio civile.

D. Cosa si intende con piccole isole?

R. Con tale espressione si intendono tutte le isole del territorio italiano, ad eccezione delle due isole maggiori (Sicilia e Sardegna).

D. Ho prestato un anno di servizio in un ruolo diverso da quello di appartenenza, a seguito di utilizzazione/assegnazione provvisoria. Quanto mi verrà valutato tale servizio?

D. Le verrà valutato punti 6, in quanto il servizio prestato in ruoli diversi da quello di appartenenza, a seguito di utilizzazione o assegnazione provvisoria, è valutato ai sensi della lettera A) – sezione A1 – della Tabella A, con riferimento al ruolo di appartenenza.

Servizio non di ruolo o in altro ruolo

D. Sono entrato di ruolo con retrodatazione giuridica nel 2017/18, tale anno come mi sarà valutato?

R. La valutazione dell’anzianità di servizio, derivante da retrodatazione giuridica anteriore alla decorrenza economica (come nel caso del quesito), nella mobilità volontaria, è differente a seconda che nell’anno interessato (quello in cui si è avuta l’immissione in ruolo con retrodatazione giuridica) non si sia svolto alcun servizio, si sia svolto servizio nel ruolo di appartenenza ovvero in un ruolo diverso da quello di appartenenza:

  • sono attribuiti punti 3, ogni anno  e per tutti gli anni, se non è stato svolto alcun servizio;
  • sono attribuiti punti 6, ogni anno  e per tutti gli anni, se è stato svolto il servizio nel ruolo di appartenenza ovvero in un ruolo diverso.

Ad esempio: docente con un anno pre-ruolo nella scuola dell’infanzia, anno poi conciso con la nomina in ruolo nella scuola secondaria con retrodatazione giuridica; tale anno sarà valutato 6 punti.

D. Ho svolto cinque anni di servizio in un ruolo diverso da quello di appartenenza. Quanto mi saranno valutati nella domanda di trasferimento/passaggio di ruolo/cattedra? 

R. Il servizio prestato in ruolo diverso da quello di appartenenza è valutato punti 6 ogni anno per ciascun anno. Pertanto i cinque anni saranno valutati p. 30.

D. Quanti giorni sono necessari ai fini della valutazione di un anno di servizio pre-ruolo?

R. Per completare l’anno di servizio è necessario aver svolto, nel corso dell’anno scolastico, un servizio anche non continuativo di 180 giorni oppure un servizio continuativo (quindi ininterrotto) dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale ovvero fino al termine delle attività educative per la scuola dell’infanzia.

D. Il servizio di pre-ruolo svolto su sostegno è raddoppiato?

R. Si, a condizione che il servizio sia stato prestato con il prescritto titolo di specializzazione e che si chieda trasferimento su posto di sostegno.

D. Il punteggio per il servizio pre-ruolo prestato nelle piccole isole è raddoppiato? In tal caso il servizio deve essere stato effettivamente svolto?

R. Sì, è raddoppiato e deve essere stato effettivamente svolto, eccetto i casi di assenza per gravidanza, e puerperio nonché per servizio militare di leva o per il sostitutivo servizio civile.

D. L’anno di servizio militare/civile è valutato?

R. Sì, ma a condizione che sia stato prestato in costanza di rapporto di impiego, come docente a tempo determinato nella scuola statale.

D. Sono un docente di ruolo che ha svolto un anno di supplenza, ai sensi dell’articolo 36 del CCNL 2007. Come mi sarà valutato tale anno?

R. Le sarà valutato come un servizio di non di ruolo, per cui nella mobilità a domanda le saranno attribuiti punti 6.

Servizio nelle scuole paritarie

D. Il servizio nelle scuole paritarie è valutabile nelle domande di mobilità?

R. No, non è valutabile, eccetto il servizio prestato:

  • fino al 31.8.2008 nelle scuole paritarie primarie che abbiano mantenuto lo status di parificate congiuntamente a quello di paritarie;
  • nelle scuole paritarie dell’infanzia comunali;
  • nelle scuole secondarie pareggiate (art. 360 del T.U.).

Mobilità 2022, ecco novità sui vincoli [SCARICA TESTO in PDF] Per i sindacati creano disparità tra i docenti, solo la Cisl al momento firma

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli