Mobilità 2021, attese oltre 80mila domande di trasferimento. Negli ultimi tre anni più del 30% dei prof trasferiti

Stampa

Manca ormai davvero poco per la chiusura delle domande di mobilità per il personale docente (per gli Ata ci saranno due giorni in più, si chiuderà il 15 aprile). Domani, martedì 13 aprile, scadono i termini per la presentazione della domanda.

Nonostante il blocco quinquennale per i neoassunti, le richieste di trasferimento, secondo fonti sindacali, dovrebbero essere intorno alle 70-80mila con 40-50mila, invece, quelle accolte. Un numero che, se fosse confermato, sarebbe inferiore a quello dell’anno scorso.

Il turnover, comunque, sarebbe notevole: dal 2018 al 2021, sulla base dei dati del Ministero dell’Istruzione, risultano inoltrate oltre 373mila domande di mobilità di cui quasi 311mila territoriali. 177.599 sono state accolte: 58.594 nel 2018/19, 63.997 nel 2019/20, 55.008 nel 2020/21.

I trasferimenti accordati dentro la regione sono stati 153.589, quelli fuori regione, soprattutto sul-
l’asse Nord-Sud, sono stati invece 24.010. Se si eccettua il 2016/2017, quando il deflusso è stato maxi (158mila spostamenti di cui 32mila oltre i confini regionali) per effetto della mobilità obbligatoria prevista
per tutti gli assunti della Buona Scuola, ogni anno ha cambiato cattedra circa l’8% del corpo docente, dunque negli ultimi 3 anni si è mosso il 30% dei professori totali. Un dato enorme, che non ha eguali nel resto del pubblico impiego.

MOBILITÀ 2021: 13 aprile scadenza docenti, 15 aprile ATA. Tutte le guide per compilare la domanda [LO SPECIALE]

Vincolo quinquennale, ecco perché abolirlo: storie di docenti bloccati. Lo SPECIALE su OS TV [Lunedì 12 aprile ore 15]

Vincolo quinquennale, ecco perché abolirlo: storie di docenti bloccati. Lo SPECIALE su OS TV [Lunedì 12 aprile ore 15]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur