Mobilità 2019, chi può presentare domanda. Info su neoassunti, titolarità, vincolo triennale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Da lunedì 11 marzo prende il via la presentazione delle domande di mobilità (comunale, provinciale, interprovinciale) 2019/20, che prevede sia i trasferimenti che i passaggi di cattedra e/o di ruolo. 

La domanda di mobilità riguarda esclusivamente il personale docente, ATA ed educativo già assunto a tempo indeterminato.

La domanda è volontaria.

Date per la presentazione della domanda

Docenti:  dall’11 marzo al 5 aprile

Personale Educativo: dal 3 al 28 Maggio;
Licei Musicali, domande cartacee: dal 12 Marzo al 5 Aprile;
Personale ATA dal 1 al 26 Aprile.
Si può presentare domanda di
  • mobilità territoriale (nella stessa o in altre province)
  • passaggio di cattedra e/o di ruolo se in possesso dell’abilitazione per il ruolo richiesto e se sia stato superato il periodo di prova.
  • trasferimento da posto di sostegno a posto comune, se è stato soddisfatto il vincolo quinquennale.

N.B. Per ogni tipologia di movimento deve essere compilato uno specifico modulo. Leggi tutto

Docenti neoimmessi in ruolo

I docenti impegnati nell’a.s. 2018/19 nel terzo anno FIT (supplenza) non possono presentare domanda.

Possono invece presentare domanda (qualora vogliano cambiare scuola nella stessa o in altra provincia) i docenti assunti da GM del concorso 2016 o da GaE (anche con riserva).

N.B. I docenti neoimmessi in ruolo possono presentare solo domanda di trasferimento, non passaggio di ruolo e/o cattedra.

Vincolo triennale

E’ una delle novità del Contratto 2019.

Decorre dall’a.s. 2019/20 solo per i docenti che otterranno la scuola indicata nella domanda (sia di trasferimento che di passaggio cattedra/ruolo)  con preferenza analitica o mediante preferenza sintetica nel distretto sub-comunale o nel comune di titolarità. Preferenza analitica o sintetica: quale prevale

Il vincolo consisterà nel dover stare per tre anni in quella scuola, senza poter, quindi, presentare domanda di mobilità per i tre anni successivi. Quando non si applica il vincolo

Le date in cui si conosceranno gli esiti

Dal 27 febbraio tutti i docenti sono titolari su scuola

Dall’anno scolastico 2019/20, non esisterà più la titolarità di ambito ma tutti i docenti saranno titolari su scuola.

I docenti, attualmente titolari sull’ambito, non devono far  nulla per avere la titolarità nella scuola di attuale insegnamento. Ci pensa il Miur. In questo articolo viene spiegata la procedura.

Scarica la bozza dell’Ordinanza

Mobilità 2019: tutto quello che c’è da sapere. Speciale

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione