Mobilità 2019/20, domanda provinciale e interprovinciale: occhio alle preferenze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Intendo presentare domanda di mobilità sia provinciale che interprovinciale, quante istanze devo inoltrare? Come devo esprimere le preferenze?

Rispondiamo alla nostra lettrice ricordando dapprima le date di presentazione delle istanze del personale docente, educativo, ATA, dei Licei Musicali e di religione cattolica.

Mobilità 2019/20: date presentazione domande e pubblicazione movimenti

Queste le date di presentazione delle domande:

  • personale docente: 11 marzo-5 aprile 2019
  • personale educativo: 3-28 maggio 2019
  • personale ATA: 1-26 aprile 2019
  • personale Licei Musicali: 12 marzo-5 aprile 2019
  • insegnanti di religione cattolica: 12 aprile-15 maggio 2019

Queste le date di pubblicazione dei movimenti:

  • docenti: 20 giugno 2019 (per tutti i gradi di istruzione)
  • personale Licei Musicali:

 – 13 maggio 2019 movimenti ai sensi dei commi 3 e 5 dell’art. 5 del CCNI
– 16 maggio 2019  movimenti ai sensi del comma 7 dell’art. 5 del CCNI
– 20maggio 2019 movimenti ai sensi del comma 8 e 9  dell’art. 5 del CCNI
– 23 maggio 2019 movimenti ai sensi del comma 10 dell’art. 5 del CCNI

  • personale educativo: 10 luglio 2019
  • personale ATA: 1° luglio 2019

Mobilità 2019/20: unica domanda per movimento provinciale e interprovinciale

Rispondendo alla nostra lettrice, ricordiamo che la domanda per il trasferimento provinciale e interprovinciale è unica, per cui nella stessa istanza è possibile esprimere preferenze sia all’interno della provincia di titolarità che per altre province anche di regioni diverse.

Al riguardo, si deve stare attenti all’ordine di inserimento delle preferenze, in quanto il sistema si fermerà alla prima preferenza (sintetica o analitica) in cui vi è un posto libero.

Pertanto, chi è interessato prioritariamente al movimento interprovinciale dovrà inserire prima tali preferenze e poi quelle provinciali.

Al contrario, chi è interessato prioritariamente al movimento provinciale dovrà inserire prima tali preferenze e poi quelle relative ad una provincia diversa da quella di titolarità.

Nel caso di presentazione di più domande (ad esempio di trasferimento e di passaggio di ruolo) si potranno inserire 15 preferenze in ognuna delle istanze presentate.

Mobilità 2019/20:  tipologia preferenze

I docenti, che chiederanno trasferimento e/o passaggio di ruolo/cattedra, potranno indicare nel modulo domanda, senza alcun vincolo, preferenza su:

  • scuola;
  • comune;
  • distretto;
  • provincia.

Sarà possibile esprimere anche tutte preferenze su scuola.

Mobilità 2019: tutto quello che c’è da sapere. Speciale

Versione stampabile
anief banner
soloformazione