Mobilità 2018/19, il testo dell’Intesa sulla proroga del CCNI anno scolastico 2017/18

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La mobilità 2018/19, come riferito, si svolgerà secondo le medesime regole dello scorso anno scolastico, in quanto Miur e sindacati hanno optato per la proroga del CCNI 2017/18.

Il motivo della suddetta scelta dipende dal fatto che, secondo quanto stabilito dall’Atto di Indirizzo, il Contratto sulla mobilità dovrà essere triennale, fermo restando l’annualità dei movimenti. Considerato che il CCNL del lavoro non è stato ancora rinnovato e che la materia dovrà essere disciplinata proprio dal Contratto, si è deciso per la proroga.

Così i sindacati: “In questa fase, infatti, fino a quando non verrà definito il nuovo Contratto nazionale, il cui negoziato è appena iniziato, non sarà possibile né regolare un nuovo Contratto di mobilità con validità triennale (come prevede l’atto di indirizzo del Governo all’ARAN), né apportare significative modifiche migliorative rispetto alle deroghe di legge acquisite lo scorso anno.”

Il testo dell’Intesa

Contratto mobilità 2018/19, firmato: percentuali confermate, resta scelta su scuola. Tutti i particolari

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare