Mobilità 2018/19, docenti in esubero provinciale e nazionale: assegnazione scuola o ambito

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Firmato il contratto-ponte 2018/19 e pubblicata l’Ordinanza ministeriale n. 207/2018, i docenti attendono adesso il 3 aprile per la presentazione delle domande di mobilità territoriale (trasferimenti) e/o professionale (passaggi di ruolo/cattedra). 

Mobilità 2018/2019, ecco l’Ordinanza. Come presentare domanda? Si parte dal 3 aprile: online anche per personale educativo. Tutte le info

Pubblichiamo una sintesi a cura di Paolo Pizzo, riguardante i docenti in esubero provinciale e nazionale, il posto occupato dagli stessi nella sequenza dei movimenti, la loro assegnazione ad una scuola o ad un ambito.

DOCENTI IN ESUBERO PROVINCIALE

  • Tali docenti risultano a sistema con un codice di ambito della provincia di titolarità;
  • Potranno presentare domanda ed esprimere fino a 15 opzioni, di cui massimo 5 scuole;
  • Nel caso non vengano accontentati per le preferenze espresse verranno trasferiti d’ufficio, prima dei movimenti a domanda, e assegnati, in ordine di viciniorietà, ad una scuola dell’ambito di titolarità;
  • Qualora non fossero soddisfatti per carenza di posti, il trasferimento avverrà in una scuola di un ambito della provincia rispettando l’ordine di viciniori età;
  • In ultima analisi resteranno in soprannumero sull’ambito che comprende la scuola di precedente titolarità.

DOCENTI IN ESUBERO NAZIONALE

  • Tali docenti risultano a sistema con il codice della provincia di assunzione;
  • Parteciperanno alla mobilità tra province diverse e per il trasferimento a domanda e concorreranno al pari degli altri docenti esprimendo fino a 15 opzioni, di cui massimo 5 scuole.
  • Nel caso non vengano accontentati per le preferenze espresse verranno trasferiti d’ufficio, dopo i trasferimenti interprovinciali a domanda, e assegnati, in ordine di viciniorietà partendo dalla prima preferenza espressa, ad un ambito a livello nazionale.
  • Nel caso detto personale decida di non presentare domanda verrà trasferito d’ufficio a punteggio zero e assegnato, in ordine di viciniorietà partendo dalla provincia di attuale servizio, ad un ambito a livello nazionale.

Il nostro speciale

nota, Ordinanza personale docente, educativo e ATA e Ordinanza IRC

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare