Mobilità: valutazione servizio pre-ruolo scuole infanzia paritarie

Di Lalla
Stampa

USR Umbria richiama la nota in cui chiarisce il riconoscimento del servizio pre ruolo svolto dai docenti in scuole dell'infanzia paritarie.

USR Umbria richiama la nota in cui chiarisce il riconoscimento del servizio pre ruolo svolto dai docenti in scuole dell'infanzia paritarie.

Il Dirigente Domenico Petruzzo sottolinea che la normativa (L. n. 62/2000 e della successiva nota del MEF n. 69064 del 04/08/2010) pone una profonda e basilare differenza tra il servizio prestato presso le scuole materne (oggi scuole d'infanzia) e quello prestato presso le scuole elementari (oggi scuole primarie).

Infatti rimane sicuramente valutabile il servizio pre ruolo svolto presso le scuole elementari (oggi primarie) non statali che hanno mantenuto lo status di scuola parificata, indipendentemente dal riconoscimento della parità.

Discorso differente deve, invece, essere fatto per le scuole materne , oggi scuole per l'infanzia.

Segui su Facebook le news della scuola e partecipa alle conversazioni. Siamo in 172mila

Per quest'ultima tipologia, il riconoscimento del servizio pre ruolo prestato dal personale docente può avvenire solo e soltanto qualora sia stato svolto presso scuole statali o paritarie comunali. Non deve essere, quindi, riconosciuto il servizio svolto presso scuole materne divenute paritarie, ma private.

Quanto appena esposto vale, di conseguenza, anche per la Mobilità del medesimo personale della scuola.

Riferimenti normativi: nota Miur 15830 del 20/10/2009, nota Miur prot. n. 5356 del 05/05/2010 e nota Mef prot. 0069064 del 04/08/2010.

Ricordiamo che  l’ipotesi di CCNL sulla mobilità del personale di ruolo   valuta ancora la metà il servizio pre-ruolo, senza alcuna ragione oggettiva. Richieste modifica Anief

 



Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!