Mobilità. Utilizzare docenti senza specializzazione su sostegno è un sopruso.Lettera

Stampa

Coordinamento ITP – La proposta di utilizzare docenti neoimmessi in ruolo senza titolo di specializzazione su posti di sostegno solo al fine di farli lavorare nel comune di residenza e non farli trasferire è una vergogna.

Coordinamento ITP – La proposta di utilizzare docenti neoimmessi in ruolo senza titolo di specializzazione su posti di sostegno solo al fine di farli lavorare nel comune di residenza e non farli trasferire è una vergogna.

Prima di tutto perché si utilizzano in modo cinico alunni già svantaggiati COME MERCE DI SCAMBIO per accontentare docenti che RIBADISCO, hanno VOLONTARIAMENTE SOTTOSCRITTO un contratto di lavoro che in modo chiaro diceva che le disponibilità erano su TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE, in particolar modo nel centro nord.

In secondo luogo perché tale proposta è condivisa dai SINDACATI che non si fanno scrupolo di sacrificare i diritti degli alunni disabili sanciti dalla L. 104 per garantire posti a coloro che ora non vogliono più rispettare il contratto che hanno sottoscritto.

Mi chiedo, quale è il ruolo del sindacato difendere i diritti dei più deboli e combattere i soprusi o ledere tali diritti e diventare loro CARNEFICI?

Mi chiedo, quale è il ruolo del sindacato evidenziare le illegalità in materia di lavoro o essere loro artefici di tali illegalità?

Se siamo arrivati al punto in cui non solo TACCIONO ma sono COMPLICI di tali proposte se non ARTEFICI, allora mi chiedo hanno ancora i SINDACATI MOTIVO D’ ESSERE CHIAMATI TALI? IO DICO DI NO, perche la loro azione da qualsiasi motivo sia dettata E’ una azione VIGLIACCA e ILLEGALE.

Chi scrive è una docente a tempo indeterminato che lavora sul sostegno delle scuole superiori da circa un decennio e che davanti a tale sopruso non poteva tacere.

Prof.ssa Paola Cavallone

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora