Mobilità: Il trasferimento da posto di sostegno a posto comune è nelle II fase anche se nello stesso comune di titolarità

di Giulia Boffa
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Mobilità: il trasferimento da posto di sostegno a posto comune è nelle II fase anche se nello stesso comune di titolarità
Martina
  – sono una docente di sostegno di scuola primaria in ruolo dal 2010/2011 in servizio presso l’IC di Grottammare con trasferimento dall’attuale a.s. (14/15) Ho fatto quest’anno la domanda di trasferimento su posto comune solo per il Comune di Grottammare. Lunedì sono uscite le graduatorie ma la mia richiesta non è stata accolta mentre quelle di altre mie colleghe che hanno richiesto sempre il passaggio da posto sostegno a posto comune nell’ambito dello stesso Comune di attuale servizio sono state accolte. Il posto disponibile nella mia scuola è stato attribuito ad una docente con un maggior punteggio rispetto al mio ma proveniente da altro comune. La mia domanda è: non avrei dovuto avere anche io come le altre la precedenza sul mio comune di servizio attuale?  La saluto e la ringrazio leggi tutto

Mobilità: precedenza per assistenza ai genitori
Maria
–  Sono un’insegnante di scuola primaria immessa in ruolo nell’anno 2010/2011 con titolarità presso la scuola primaria “x” di Fiumicino e residente a Nocera Superiore (SA). Dall’anno 2011/2012 ho usufruito dell’assegnazione provvisoria presso scuole della Provincia di Salerno in quanto fruitrice della legge 104 art.3 comma 3 per assistere il papà disabile. Quest’anno ho ripresentato domanda di trasferimento che non mi è stato accordato pur avendo la convivenza con il disabile e la stessa residenza. Pertanto ho contattato sia il CSA di Roma sia di Salerno e mi hanno risposto che non hanno preso in considerazione tale legge in quanto non personale. Mi rivolgo a lei con la speranza di avere delucidazioni in merito nonchè l’iter da seguire. Sicura di una celere risposta la ringrazio per l’attenzione e le porgo Distinti saluti.leggi tutto

Mobilità: domanda respinta perchè incompleta
Isabella
– Avrei urgente necessità di una sua consulenza. Purtroppo nella domanda di mobilità presentata entro i termini, manca l’allegato F che attesta la mia continuità nello stesso istituto scolastico per 3 anni consecutivi e il
provveditorato non mi attribuisce i 6 punti che mi spetterebbero. Quando mi è arrivata la notifica ho visti che avevo 10 giorni di tempo per un reclamo. Nonostante lo abbia presentato, corredato da un’autocertificazione (già
comunque presente nell’allegato D) e l’allegato F, anche se postumo, il punteggio non mi è stato concesso. Volevo, cortesemente, sapere se posso intervenire in qualche modo o se è a conoscenza di casi simili in cui è stato possibile rimediare ed ottenere così il punteggio che mi tocca. Grazie leggi tutto

Mobilità docenti di Religione cattolica: il sistema delle precedenze
Pietro
– Buona sera vorrei sapere se ho diritto alla richiesta nella domanda in  oggetto “di aver diritto a precedenza in quanto usufruisce dei benefici  previsti dalla l.n. 104/92 e del CCNI del 24/02/2015, art. 7 punto III,  n. 2 Art. 21; Art. 7, punto III, n. 2 CCNI del 24.02.2015; Art. 33, comma 6; Art. 33, commi 5 e 7; per la malattia sono stata riconosciuta con l’art. 3 comma 1 L. 104/92; Invalidità 68%; grave patologia.leggi tutto

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione