Mobilità: per trasferimento interprovinciale ottenere il primo o il secondo ambito richiesto farà la differenza tra titolarità su scuola e chiamata diretta

di redazione
ipsef

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica "Chiedilo a Lalla". Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Mobilità: per trasferimento interprovinciale ottenere il primo o il secondo ambito richiesto farà la differenza tra titolarità su scuola e chiamata diretta

Ilaria – Sono una docente di scuola dell’infanzia che ha partecipato ai movimenti interprovinciali fase B. La scelta degli ambiti è stata, come per tutti, molto difficile e, dopo mille ripensamenti, ho scelto l’ambito territoriale dove mio marito militare ha la sede di servizio. Tale ambito, purtroppo, non è l’ambito del nostro comune di residenza, nel quale vivo con la mia famiglia e due bimbi piccoli. Ricapitolando nella domanda di trasferimento ho quindi messo come primo ambito quello della sede di servizio di mio marito, come secondo quello dove risiedo con la mia famiglia.

Mobilità: interpretazione restrittiva su tutela legale influisce su vita dei docenti

La buona scuola e la legge 107 è un fallimento da tutti i punti divista. Parliamo di questo ultimo mese la mobilità, il governo non è stato ingrado di controllare gli illeciti delle domande ogni provveditorato ha usato una interpretazione. Per esempio alcuni hanno accettato l’amministratore di sostesgno e hanno fatto bene perché é una tutela altri si sono attenuti a leggere tutela legale senza andare oltre il proprio naso interpretazione restrittiva della legge. Quindi diverse misure nel giudizio della vita delle persone dimostrando una totale disorganizzazione. Adesso sarebbe interessante fare i dovuti controlli. Per favore prendete in esame questo argomento.Un marito disperato

Trasferimenti interprovinciali: data pubblicazione movimenti differenziata per ordine e grado di istruzione

Silvia – Volevo chiedervi quando più o meno verranno comunicati gli esiti dei trasferimenti interprovinciali, se dobbiamo consultare il sito dell’ufficio scolastico provinciale di riferimento o avremo noi notizia tramite mail. Grazie!

Trasferimento in fase B1: sarà con titolarità su ambito territoriale dalla seconda preferenza in poi

Elena – Ho fatto domanda di assegnazione interprovinciale fase B1 sul I grado. Laddove non venissi assegnata a una sede del primo ambito desiderato, sarei dunque titolare su uno degli ambiti indicati come scelte ulteriori e su quelli vi sarebbe la chiamata diretta, di cui tanto si sta discutendo in questi giorni. Leggo che se non ricevessi alcuna proposta di incarico da parte dei DS, l’USR mi collocherebbe d’ufficio. La domanda è proprio su questo: sarei ricollocata comunque nell’ambito scelto, è così? Grazie se vorrete chiarire questo dubbio. Buon lavoro.

Trasferimento provinciale da posto comune a sostegno: rientra nella fase 2A anche se riguarda il comune di titolarità

Antonella – Vorrei sapere se il passaggio da materia a sostegno è considerato un passaggio di cattedra ed in quale fase della mobilità rientra considerando la fase A dei trasferimenti. Grazie

Mobilità: non ho ottenuto il trasferimento. Il prossimo anno domanda negli ambiti territoriali?

Simonetta – Gentile redazione, dopo otto anni di "Calvario", anche quest’anno non sono riuscita ad ottenere il passaggio di ruolo nella CdC A036. Sono titolare nella scuola Primaria da 25 anni e da 8 che tento il passaggio. Quest’anno nella mia provincia c’erano 8 posti, 2 dei quali a mio avviso, secondo la percentuale del 25% , sarebbero riservati a passaggio. Invece, a causa degli accantonamenti,ne è stato dato uno solo. Ma vi pare giusto?

Docente trasferito in Fase B1: niente curriculum e chiamata diretta se soddisfatto nel primo ambito con titolarità su scuola

Mariagrazia – Sono insegnante di ruolo su posto comune nella scuola primaria. Ho fatto domanda di mobilità interprovinciale B1 (poiché assunta entro anno 2014/2015), e volevo chiederle se sono interessata anch’io a produrre curriculum vitae alle scuole. Se non erro con la mobilità B1 dovrei acquisire titolarità su scuola, quindi non dovrei produrre il curriculum. La ringrazio dell’attenzione, distinti saluti

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare