Mobilità. Trasferimenti d’ufficio sbagliati per docenti DOP. Maldestro anticipo riforma

WhatsApp
Telegram

La volontà di eliminare la Dotazione Organica Provinciale da parte del MIUR si concretizza nei trasferimenti dei docenti DOP e in esubero, come segnalato in un interessante articolo di Italia Oggi.

La volontà di eliminare la Dotazione Organica Provinciale da parte del MIUR si concretizza nei trasferimenti dei docenti DOP e in esubero, come segnalato in un interessante articolo di Italia Oggi.

Questa è la notizia:

"Il ministero anticipa la riforma e sbaglia i trasferimenti d’ufficio dei docenti in esubero, applicando erroneamente le norme sui neoimmessi in ruolo"

Non sappiamo quante province siano state interessate dall'errore, ma  si tratta comunque di un duplice errore, in quanto la riforma è ancora in fase di discussione al Senato e, pertanto non può essere applicata e per i trasferimenti 2015/16 dei docenti DOP si deve seguire la normativa attualmente in vigore, rappresentata dal CCNI sui Trasferimenti 2015/16, dove nell’art. 23, comma 21 si chiariscono le modalità e le regole per il trasferimento d’ufficio dei docenti DOP:

"……Ai fini del trasferimento d'ufficio, sono considerati in posizione di soprannumero i docenti che nella graduatoria DOP hanno totalizzato il minor punteggio"

Quindi si evince chiaramente che i trasferimenti d’ufficio interessano prioritariamente i docenti in coda nella graduatoria DOP e, quindi, con minor punteggio, mentre il ministero, anziché procedere secondo normativa, ha prima trasformato tutti gli insegnanti in esubero da docenti titolari nella Dotazione Organica Provinciale e inseriti nella relativa graduatoria DOP, in docenti senza sede, come se fossero neo-immessi in ruolo, trasferendo, poi, d’ufficio, i docenti senza sede con maggior punteggio in contrasto con la normativa vigente.

Per chiarire meglio l’errore e in che modo sono stati penalizzati i docenti DOP oggetto di questi trasferimenti d’ufficio, appare utile analizzare la normativa in vigore che disciplina la mobilità dei docenti DOP.

CHI SONO I DOCENTI DOP?

Sono i docenti titolari sulla Dotazione Organica Provinciale, quindi hanno titolarità sulla Provincia, ma senza specifica sede.

QUANDO UN DOCENTE PUO’ DIVENTARE DOP?

Quando la classe di concorso di appartenenza è in esubero provinciale e i docenti soprannumerari che non possono essere trasferiti su cattedra, vengono trasferiti d’ufficio sulla DOP.

A QUALE FASE DEI TRASFERIMENTI PARTECIPA UN DOCENTE DOP?

I docenti titolari su posto di Dotazione Organica Provinciale che abbiano presentato domanda di trasferimento partecipano, per tutte le preferenze espresse, alle operazioni di trasferimento a domanda contestualmente agli altri aspiranti provenienti da fuori sede (art. 24 , lettera B) punto 13 del CCNI sulla mobilità 2015/16), quindi si tratta della II fase della mobilità

Dopo l'effettuazione dei trasferimenti a domanda nell'ambito della Provincia, qualora sussistano ancora posizioni di soprannumero sulle D.O.P., si procederà al trasferimento d'ufficio degli insegnanti individuati come soprannumerari, prima di dare corso alle operazioni inerenti alla terza fase dei movimenti (art. 24 , lettera B) punto 14 del CCNI sulla mobilità 2015/16).

QUAL’E’ LA DIFFERENZA TRA MOBILITA’ VOLONTARIA E MOBILITA’ D’UFFICIO PER UN DOCENTE DOP?

Nella mobilità volontaria, vengono considerate le preferenze espresse dal docente DOP che verrà trasferito in una delle sedi richieste in base al punteggio che gli spetta nella graduatoria DOP.

Si verifica mobilità d’ufficio quando si creano in OD cattedre vacanti che devono essere occupate da docenti titolari in fase di trasferimento. Le disponibilità di cattedre per una specifica classe di concorso in esubero, permette di eliminare o attenuare gli esuberi riducendo il numero di docenti DOP o, se il numero di cattedre è sufficiente, esaurendo la graduatoria DOP. Si creano, quindi, soprannumerari sulla DOP e i docenti interessati che non possono essere accontentati in una delle preferenze espresse nella domanda di trasferimento o che non hanno presentato domanda di trasferimento vengono trasferiti d’ufficio

Sono considerati in soprannumero, distintamente per classi di concorso, i docenti titolari sulle Dotazioni Organiche Provinciali numericamente eccedenti il numero di posti di Dotazione Organica Provinciale determinati relativamente all'anno per il quale sono disposti i trasferimenti . Ai fini del trasferimento d'ufficio, sono considerati in posizione di soprannumero i docenti che nella graduatoria DOP hanno totalizzato il minor punteggio (art. 23, lettera B), punto 21 del CCNI sulla mobilità 2015/16)

Per il trasferimento d’ufficio, quindi, si procede in ordine inverso rispetto alla mobilità volontaria, iniziando dai docenti che hanno minor punteggio

Il ministero ha, quindi, agito come se la graduatoria non esistesse penalizzando i docenti DOP con maggior punteggio che ogni anno, non riuscendo ad ottenere trasferimento chiedono e ottengono utilizzazione in sedi a loro più congeniali anche su classi di concorso differenti rispetto alla loro classe di concorso di titolarità come previsto dalla normativa vigente. Avendo avuto d’ufficio una sede di titolarità questi docenti non hanno più garanzia e certezza di poter essere utilizzati come avrebbero diritto in base alla graduatoria e alle disposizioni ancora in vigore, ma disattese dal MIUR.

La procedura ha allertato i docenti. Il sindacato SAB avverte "Alla luce di quanto evidenziato andrebbe rivisto anche l’ordine delle operazioni di cui all’allegato 3 -seguenza operativa- dell’ipotesi di contratto del 13/5/2015 sulle operazioni annuali di utilizzazione e assegnazione"

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur