Mobilità sostenibile per docenti e studenti, M5S vuole il “Mobility manager”

Stampa

A cosa serve? Secondo Vilma Moronese, prima firmataria di un emendamento a firma Cinque stelle, è necessaria una figura che coordini e organizzi gli spostamenti di  docenti e studenti da casa a scuola e viceversa.

A cosa serve? Secondo Vilma Moronese, prima firmataria di un emendamento a firma Cinque stelle, è necessaria una figura che coordini e organizzi gli spostamenti di  docenti e studenti da casa a scuola e viceversa.

Una figura che faccia da tramite tra l'amministrazione e le esigenze di chi usufruisce la cuola per "migliorare e ottimizzare tutti gli spostamenti nell'ottica della mobilità sostenibile, riducendo l'uso dei mezzi ad emissioni inquinanti".

L'emendamento prevede uno stanziamento di 35 milioni nel 2015 per il programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Un altro emendamento M5s istituisce invece, presso il ministero dell'Ambiente, una cabina di regia per "misurare, monitorare e organizzare gli investimenti inerenti la mobilità sostenibile nonché" per "predisporre e coordinare le linee guida per formare i mobility manager secondo le migliori tecniche e standard nazionali". 

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata