Mobilità secondaria I grado: Miur non emana neanche un comunicato per avvertire del rinvio. Lettera

WhatsApp
Telegram

In queste ore migliaia di docenti con le loro famiglie sono in trepidante attesa per conoscere l'esito della mobilità interprovinciale e nel caso degli assunti fase c la sede di servizio.

In queste ore migliaia di docenti con le loro famiglie sono in trepidante attesa per conoscere l'esito della mobilità interprovinciale e nel caso degli assunti fase c la sede di servizio.

Si tratta di un numero cospicuo di docenti per cui lavorare nella propria provincia di residenza o a centinaia di chilometri di distanza può cambiare completamente la qualità della vita.

Eppure non sembra importare a nessuno, visto che al ministero non si sono degnati neanche di emettere un comunicato stampa per rendere nota una nuova data certa per la pubblicazione (siamo già al secondo giorno di attesa).

Nonostante le difficoltà incontrate per i gradi di scuola precedenti il Ministro e il Sottosegretario Faraone regolano la questione con il fatto che trattandosi di una mobilità straordinaria ci possa essere qualche problema in più e non ammettono errori. Nessuna attenzione poi dagli organi di stampa, da cui la scuola dopo lo sbandieramento propagandistico filo governativo delle 50.000 assunzioni è completamente uscita.

In qualsiasi altro ambito lavorativo sarebbe caduta qualche testa dopo errori tanto palesemente gravi. E invece continuiamo ad assistere impotenti ad una situazione assurda e inaccettabile. A chi dobbiamo rivolgerci per conoscere il destino di migliaia di famiglie se il ministero si è chiuso a riccio e ci sta trattando come carne da macello? E soprattutto come pensa il Governo di garantire l'inizio dell'anno scolastico se a meno di un mese dal 1 settembre le scuole ancora non hanno assegnati gli insegnanti necessari a coprire l'organico?

Emanuela Orazi

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur